domenica 31 agosto 2014

Corse allo stadio: le foto di Francesco Sciutto



Ecco una galleria fotografica di ieri sera, a cura di Francesco Sciutto (www.francescosciutto.com)

Allo Stadio una buona serata di corse con una coda tragicomica



Ultime corse allo stadio prima del Palio del 21 settembre: molti responsi ma anche due mosse infinite.

sabato 30 agosto 2014

Palio, domani palio dell'anglo arabo a Uri



Si corre domani in Sardegna, con la seconda edizione del Palio di valorizzazione dell'Anglo Arabo ad Uri.

Paliotto: i biglietti in vendita a 6 euro, lunedì scadono le iscrizioni



In Comune si attendono le iscrizioni dei diversi Comitati per la partecipazione al Paliotto.

Montagnana, domenica prossima si corre il Palio





Un nuovo concorso che premia i portamenti dei figuranti, il ritorno del tiro alla fune e un euro in più per assistere all’incendio della Rocca. Sono queste le principali novità del Palio dei 10 Comuni. Gli eventi che animeranno la 38esima edizione del Palio montagnanese sono stati presentati nei giorni scorsi. La piccola rivoluzione che ha investito la manifestazione negli ultimi tre anni continua anche per questa edizione.

Corse allo stadio, ecco i sorteggi


venerdì 29 agosto 2014

Errata corrige, San Lazzaro "The Killacy sarà presente ad Asti"

Nell'articolo "Corse allo stadio: 21 giorni al Palio, i nodi da sciogliere", abbiamo erroneamente scritto che il "cavallo principale ha dato forfait". Il comitato palio del borgo San Lazzaro e il fantino Giuseppe Zedde intendono invece comunicare ufficialmente che il cavallo sarà presente in pista a settembre. Rettifichiamo quindi quanto scritto in precedenza.

Corse allo stadio: 21 giorni al Palio e i nodi da sciogliere


Le corse a pelo dello stadio Censin Bosia sono tradizionalmente l'ultimo banco di prova per fantini e cavalli.
Si tratta di un appuntamento fondamentale, utile per fare a volte scelte definitive soprattutto sui purosangue, a volte sicuramente difficili.
Nel Palio, più che in altri avvenimenti, le voci tendono a mescolarsi, andando a creare un sottofondo di "rumors" o indiscrezioni che ovviamente costituiscono il sale della Festa. Noi vi riportiamo quello che si dice in questi ultimi giorni nell'ambiente del Palio, andando poi a verificare con un occhio alle corse di sabato quali sono le decisioni che i comitati Palio dovranno prendere in vista del 21 settembre.
San Secondo, con Dino Pes schiera l'"Inglese" cavallo di prima scelta del panorama paliesco astigiano. I soliti ben informati dicono che però il Rione del Santo stia valutando anche altre possibilità: il rettore, Maurizio Bertolino, smentisce seccamente questa ipotesi, dicendo che gli allenamenti tra cavallo e fantino procedono al meglio. Velluto ha comunque diverse alternative alla prima scelta. A casa Mulas, leggi Cattedrale, è arrivata un soggetto importante, che manda al rialzo le quotazioni del bianco azzurri. Nizza presenterà tre cavalli, si dice che Atzeni abbia in mano un'altrettanto valido soggetto, comprato anche per una contrada di Legnano. Su quanto però questo possa influire sugli attuali equilibri del Palio, è tutto da dimostrare. Tanaro ha un paio di opzioni a sua disposizione: uno della scuderia Arri e un'altro cavallo, già veterano della piazza. Spetterà al Bruschelli decidere quello che potrà essere il cavallo migliore per Piazza Alfieri. Anche Farnetani domani si presenterà allo stadio con un buon cavallo: fin qui Bucefalo è rimasto sornione, ma il fantino di Cortona è abituato a stupire all'ultimo. San Marzanotto si ripropone con Alessandro Chiti, che potrebbe essere, come già scritto, una mina vagante.
E poi ci sono i se: alcuni comitati potrebbero decidere proprio in occasione di domani sera: Viatosto, che tutti danno accasato a Mureddu ma che deve ancora passare una sorta di "vaglio tecnico" potrebbe decidere anche diversamente: d'altra parte i collinari al momento non hanno ufficializzato alcunché. E i candidati non mancano. Situazione inversa invece per Montechiaro: Martin Ballesteros è una garanzia in tema Palio di Asti, ma non c'è ancora il cavallo. Che però potrebbe essere scelto già domani sera.  Prove importanti anche per Baldichieri, che però dovrà continuare la preparazione del suo soggetto, e San Pietro: al Palio porterà il cavallo di Donato Calvaccio, visto con successo a Legnano.
Fuori dai riflettori dello stadio si giocano invece altri palii: San Lazzaro, potrebbe puntare su altri soggetti, se al canapo non presenterà il cavallo principale. 
San Paolo passa la mano: Pusceddu, d'altra parte, al momento è in ottima posizione. Santa Maria Nuova, invece, si rivolgerà alla scuderia Coghe, ma quella di Massimo, per un purosangue che probabilmente vedremo sotto Palio. Palio sotto traccia anche per Santa Caterina, dove Mari porterà un cavallo di sua proprietà. Nessuna novità per la Torretta, che si affida al già testato Alessio Migheli che porterà un cavallo almeno da finale, e Don Bosco, che porterà al canapo il cavallo arrivato terzo lo scorso anno con Sebastiano Murtas. 

Corse allo stadio: un parterre con molti nomi per l'appuntamento pre Palio


Saranno una quarantina i cavalli che saranno presenti domani sera alle corse allo stadio al Censin Bosia: ecco la lista, a cui si deve aggiungere ancora qualche nome, sulla quale verranno effettuati i sorteggi.

Sardegna, Palio Su Fenu, esordio di Gianfranco Poggioni





Un’interessante sorpresa in uno dei pali più ricchi del circuito con un montepremi di 15mila euro suddiviso in due categorie: purosangue e migliorati.

giovedì 28 agosto 2014

Collegio de Rettori:ultimi dettagli in attesa della Festa



E' stata una riunione puramente organizzativa,  quella che si è svolta ieri sera a Palazzo Comunale tra i rettori per mettere a punto i diversi progetti in vista del Palio settembrino.

A Castel Del Piano incominciano le indiscrezioni sulle monte





A Castel Del Piano, uno degli ultimi appuntamenti prima di piazza Alfieri,  incominciano a farsi strada le prime indiscrezioni sulle monte.

mercoledì 27 agosto 2014

Stasera Collegio dei Rettori per mettere a punto il pacchetto di iniziative per il Palio 2014



Il Collegio dei Rettori di stasera, probabilmente uno degli ultimi prima della corsa di settembre, servirà per mettere a punto le diverse iniziative formulate dal Collegio stesso per il Palio 2014.

Tenzone aurea Fisb, sorteggiato l'ordine di esibizione


Si avvicina la tenzone aurea della Fisb, che si terrà a Lecce il 5-6 e 7 settembre prossimi.

Sabato a Montechiaro una mostra d'arte in onore di San Bernardo


Nella sede del comitato palio di Montechiaro, in Via Vittorio Emanuele 8, sabato alle ore 18 si aprirà la seconda mostra del trittico iniziato a luglio, “Aspettando il Palio, con il potere delle immagini”.

Corse allo stadio: partenza con slancio delle iscrizioni



Sono partite sabato scorso le iscrizioni alle corse a pelo che si terranno sabato sera (inizio ore 20.30)allo stadio Censin Bosia di Asti, ultimo importante test prima del Palio di settembre.

martedì 26 agosto 2014

In arrivo "la carica dei 400": dal primo settembre Tanaro apre la vendita per i biglietti del Palio


La chiama "la carica dei 400" il rettore di Tanaro Maurizio Rasero, che proverbialmente non è avvezzo ai proclami minimalisti.

A Siena si fa spending rewiev sul Palio ma mantenendo la sicurezza





«Quando non si verificano incidenti gravi significa che il Palio è andato bene e possiamo stilare un bilancio sostanzialmente positivo. Pensiamo inoltre di aver messo a disposizione dei capitani, in entrambe le Carriere, cavalli abbastanza validi». E’ il primo anno nel ruolo di veterinario comunale, quello del colonnello Guido Castellano.

Lunedì prossimo nella chiesa dell'Arciconfraternita della Trinità San Paolo presenta il nuovo stemma



Una grande novità, già annunciata nei giorni scorsi, sta arrivando in casa oro e rossa.

Il rione San Paolo presenterà infatti il suo nuovo stemma, lunedì prossimo, primo settembre, nella Chiesa dell'Arciconfraternita della Trinità di via Cavour alle ore 19.30.

"E' stata una decisione presa dal Comitato dopo che il Collegio dei Rettori si era attivato per richiedere la registrazione degli stemmi dei vari rioni partecipanti al Palio - racconta il rettore di San Paolo Silvano Ghia - il nostro rione ha deciso che era giusto rivedere il nostro attraverso criteri di storicità e accuratezza".

Il nuovo stemma, che sostituirà quello precedente, è nato da una ricerca storica e filologica realizzata dal professor Gianluigi Bera, neo membro del Consiglio del Palio.

"Lo ringraziamo per il lavoro svolto . continua - Bera ci ha presentato alcune soluzioni, tutte altrettanto valide tra cui scegliere. San Paolo ha infine optato per un simbolo forte, diverso dal precedente, in grado di esprimere un saldo legame di appartenenza e un elemento nel quale identificarsi".

Il nuovo emblema dei ororossi, in cui sarà presente anche un motto rinnovato, si distaccherà in maniera netta dal precedente, con una nuova simbologia araldica. Anche la scelta della location la chiesa della Trinità non è casuale ma vuole sottolineare il lungo percorso storico del rione San Paolo, erede diretto dell'Arciconfraternita della Trinità, ultima delle sodali che correvano il Palio antico ancora in attività. "Il nuovo stemma rappresenta il nostro futuro - conclude Ghia - mentre la Trinità il nostro passato. Abbiamo voluto unirle per creare una continuità storica tra quello che San Paolo era e sarà". 

Aspettando il Palio 11) Santa Caterina ... tre domande ad Alex d'Amico




Per il Rione Santa Caterina, la rettrice Nicoletta Sozio ha scelto Alex d'Amico,  con una appartenenza al comitato Palio ormai ventennale.



Alex racconta come sono stati i tuoi inizi nel mondo del Palio e nel tuo comitato?

Ho iniziato nel mondo del Palio da bambino. Per me è stato qualcosa che mi ha accompagnato per tutta la vita. Ho fatto lo sbandieratore, e poi varie mansioni in Comitato. E dopo tutti questi anni, eccomi ancora qua.


Cosa rappresenta per te la tua appartenenza al Rione Santa Caterina?

E' una appartenenza, unica e totalizzante. "Solo la Santa" diciamo spesso. A Santa Caterina ci sono nato e cresciuto, gran parte della mia vita si è svolta all'ombra della Torre Rossa.


Vincere il Palio: cosa significa questa emozione?

Devo essere sincero: ho già avuto la gioia di vivere questa emozione nel 2003, e sono stato felicissimo, ma davvero vorrei vincere in maniera chiara e netta (nel 2003 il Palio fu assegnato a Santa Caterina dopo la squalifica di Tanaro ndr). Quest'anno le carte in regola ci sono, speriamo per il meglio.


LA CORSA

Difficile fare una previsione su Santa Caterina quest'anno: dopo la decisione di affidare le sorti ad Andrea Mari, fantino che con Santa Caterina è arrivato secondo nel 2002, con Olmo River. Senza dimenticare la sua recente affermazione a Siena. Dopo questo ritorno in grande stile, il comitato non ha ancora scoperto le sue carte. Aspettiamo quindi la prova dei fatti per valutare la bontà delle scelte dei rosso celeste.


Gioca a sorpresa    


IL CORTEO



La “Legenda aurea”: Santa Caterina giovane martire cristiana

La tradizione culturale medievale ci ha consegnato una monumentale opera agiografica, la Legenda aurea di Jacopo da Varazze (1228 c.a./1298), frate domenicano che fu anche priore dell’ordine ad Asti nella seconda metà del XIII secolo.
Nella Legenda aurea vengono narrate le vite esemplari di cento ottantadue santi, modelli di vita cristiana: tra questi anche Santa Caterina di Alessandria d’Egitto, alla quale è dedicata la chiesa del rione.
La giovane martire ha avuto grande importanza nella tradizione cristiana - classica e medievale - , nella vita di numerosi ordini religiosi, nella storia degli studi filosofici e teologici, nelle tradizioni popolari e nell’iconografia religiosa, come dimostrano le numerosissime raffigurazioni della Santa nel corso dei secoli.
Secondo il racconto di Jacopo da Varazze, l’egiziana Caterina, figlia di re Costo, fu istruita fin dall'infanzia nelle arti liberali. Nel
305 Caterina si presentò a palazzo ad Alessandria durante i grandi festeggiamenti organizzati dall’imperatore romano Massenzio, nel corso dei quali si celebravano feste pagane con sacrifici di animali. Caterina rifiutò i sacrifici e chiese all'imperatore di riconoscere Gesù Cristo come redentore dell'umanità, argomentando la sua tesi con profondità filosofica.
L'imperatore, che, secondo la Legenda Aurea, sarebbe stato colpito sia dalla bellezza sia dalla cultura della giovane, convocò un gruppo di retori affinché la convincessero ad onorare gli dei. Tuttavia, grazie alla profondità della fede di Caterina, non riuscirono nell’intento, anzi essi stessi furono prontamente convertiti al Cristianesimo per merito della sua eloquenza .
L'imperatore ordinò la condanna a morte di tutti i retori e dopo l'ennesimo rifiuto di Caterina la condannò a morire anch'essa su una ruota dentata. Tuttavia lo strumento di tortura si ruppe e Massenzio fu obbligato a far decapitare la santa.
Il suo di Caterina venne poi trasportato dagli angeli fino al Sinai, la Montagna di Mosè dove si ergeva un famoso monastero in seguito dedicato alla martire.
Il corteo rosso-azzurro, rifacendosi alla versione della Legenda Aurea, ripercorre i momenti fondamentali della vita della Santa: la conversione, la disputa con i retori, il martirio della ruota e infine la morte per decapitazione.

lunedì 25 agosto 2014

Una promessa... è una promessa


Sfida raccolta e portata a termine nonostante la giornata "poco estiva"

Il Palio 2014 si deciderà tra una "cinquina magica" o con alcuni outsider?


Tornati i comitati palio dalle ferie, di cui molti in terra toscana, è ora di incominciare a tessere la tela in vista del Palio di settembre. Sabato sera, allo stadio Censin Bosia, ci saranno le ultime, decisive corse organizzate dal Collegio de Rettori. Solo corse secche, come da tradizione per definire un'ultima volta stato di forma e preparazione dei purosangue per il canapo di piazza Alfieri.

Siena, notte di festa per la Contrada della Civetta





Nel rispetto della Tradizione all'insegna della sobrietà non sono mancati gli sfottò all'avversaria e visto che la Civetta ha vinto un Palio da Premio Oscar, doveroso è stato il riferimento a film premio Oscar "la Grande Bellezza ".

L’aggiornamento sulla situazione delle monte

Con l’inserimento di Picinnu, il quadro delle monte è definitivo: ma alcuni aspetti potrebbero ancora cambiare da qui a settembre. 

RIONE, BORGO O COMUNE

FANTINO

torretta

Borgo Torretta

8763148-k1aD-U102019425899414kC-426x240@LaStampa.it

Alessio Migheli “Girolamo”

ssecondo nuovo

Rione San Secondo

dino pes

Dino Pes “Velluto”

asti cattedrale logo

Rione Cattedrale

1373866-mulas

Silvano Mulas “Voglia”

asti nizza logo

Comune di Nizza

TYPED-34451-tittia_1

Giovanni Atzeni “Tittia”

100px-Sanmarzanotto

Borgo San Marzanotto

ABGM7qYOE2vqjijvAImuifpmiXb1VYuq15CArd43CDM=--

Alessandro Chiti “Voragine”

asti moncalvo logo

Comune di Moncalvo

0109_chessa

Andrea Chessa “Nappa II”

asti sdamiano logo

Comune di San Damiano

b822ff214b0f211027b34c192820c07f_XL

Francesco Caria “Tremendo”

asti donbosco logo

Borgo Don Bosco

IMG_0006

Gianluca Fais “Vittorio”

baldichieri

Comune di Baldichieri

PROVE DI NOTTE

Antonio Villella “Sgaibarre”

asti canelli logo

Comune di Canelli

1227171-colombati1

Alessandro Colombati

asti montechiaro logo

Comune di Montechiaro

17

Martin Ballesteros “Pampero”

asti spaolo logo2

Rione San Paolo

tg_palio_2013_Caria_-_Pusceddu_11

Walter Pusceddu “Bighino”

asti ssilvestro logo

Rione San Silvestro

10177377_10202030603751566_9189341742932480543_n

Giuseppe Piccinnu

asti slazzaro3 logo Borgo San Lazzaro

gzedde

Giuseppe Zedde “Gingillo”

asti scaterina logo 22

Rione Santa Caterina

2054454-120145_fotodipietro

Andrea Mari “Brio”

asti viatosto logo

Borgo Viatosto

0809_mureddu

Gianluca Mureddu “Filuferro”

asti calfero logo

Comune di Castell’Alfero

1124976_1399886710-1122-kvmG-U1030992040362vLI-568x320@LaStampa.it

Enrico Bruschelli “Bellocchio”

asti spietro logo

Borgo San Pietro

2128425-farris

Andrea Farris “Sentenza”

asti smartino1 logo Rione San Martino San Rocco

5574_17

Maurizio Farnetani “Bucefalo”

asti smnuova logo

Borgo Santa Maria Nuova

coghe

Andrea Coghe “Il Conte”

asti tanaro1 logo

Borgo Tanaro

2104486-bruschelli_interessante

Luigi Bruschelli “Trecciolino”