sabato 14 settembre 2019

Al Borgo Santa Maria Nuova il Premio Bancarella 2019


Nella sua nuova collocazione temporale, si è svolta ieri, venerdì 13 settembre, presso il Ristorante “La Fertè”, la XXIX edizione de "Il Premio Bancarella", organizzata dal Comitato Palio Borgo Viatosto. Dalla sua nascita nel 1990, grazie ad un’illuminata idea del rettore Lino Famiglietti, il Premio Barcarella incentiva e premia l'abilità artigianale di Rioni, Borghi e Comuni.

Alla piacevole serata, che ha visto partecipare come consuetudine il Capitano del Palio Michele Gandolfo con i Magistrati Maurizio Bertolino e Marco Bonino e con alcuni dei Cavalieri del gruppo, erano presenti anche le delegazioni della maggior parte dei Comitati Palio.

Nel corso della cena sono stati premiati il Borgo Torretta che, precedendo in classifica il Borgo Santa Maria Nuova ed il Rione Cattedrale, si è aggiudicato il premio dedicato al miglior riciclo creativo, il Rione San Martino San Rocco per la miglior tipologia di bancarella, il Borgo Torretta per la miglior oggettistica artigianale ed il Rione Santa Caterina per il miglior oggetto artistico.

Il premio finale, invece, è andato al Borgo Santa Maria Nuova che, riconosciuto come vincitore del Premio Bancarella del Palio 2019, si è aggiudicato il drappo dipinto anche quest’anno dall’artista astigiana Cinzia Santi.




venerdì 13 settembre 2019

San Secondo - Il 21 e 22 settembre la mostra “Asti onora il Genio”


Riceviamo dal Rione San Secondo e pubblichiamo di seguito un Comunicato di presentazione dell’evento artistico “Asti onora il genio”.

“Dopo il grande successo in primavera della mostra “SOLO DONNE”, 
L’ASSOCIAZIONE RIONE SAN SECONDO e LA BOTTEGA DEL PITTORE DI ASTI organizzano sempre nei locali di PALAZZO MONTALCINI in Corso Alfieri 284 ad Asti, la mostra collettiva intitolata “ASTI ONORA IL GENIO”. 

Venti artisti presenteranno un opera  dedicata a LEONARDO dipinta in modo personale per ricordare il CINQUECENTESIMO ANNIVERSARIO.

L’inaugurazione sarà SABATO 21 SETTEMBRE alle ORE 18.00 e l’esposizione rimarrà aperta anche la domenica 22 settembre con chiusura alle ORE 20.00.

Esporranno i seguenti artisti: 
BOVINO ANTONELLA, ABLATICO ADRIANO, CIPRIANI MICHELA, CUNIBERTI GABRIELLA, COCITO PAOLA, CAVALLERO FERRUCCIO, MARCHISIO PIERO, MORANDO FABIO, ROSSO FRANCESCA-MORART, PAVESE DANIELA, RAVETTI MARGHERITA, PACI KAREN, SURIAN MARTA, SERENA MAURO, 


SALINA ORIANA, SANNAZZARO GIOVANNA, STAGLIANO’ FRANCESCA, TUMBIOLO MARIA, VOLPATO SILVIO.”

giovedì 12 settembre 2019

"Quando il silenzio vale più di mille parole". La lettera dei Rettori dei sette Comuni.


Riceviamo e pubblichiamo di seguito una lettera firmata dai sette Rettori dei sette Comuni del Palio di Asti.

"Quando il silenzio vale più di mille parole.

Così potremmo intitolare quanto andato in scena al Consiglio del Palio di martedì scorso.
Ma facciamo un breve riassunto di ciò che noi sette comuni, partecipanti al Palio di Asti, siamo costretti a vivere da un anno a questa parte: per una posizione che potremmo definire di discriminazione territoriale, abbiamo visto messa in discussione la nostra presenza alla Festa da parte del Sindaco di Asti, Maurizio Rasero.
Nonostante ciò, ci siamo sempre comportati con lealtà e onore nei confronti del Palio, che non esitiamo a definire anche nostro. Abbiamo accettato a malincuore un format che non ci piaceva e che aveva il chiaro intento di separarci e "ghettizzarci", privandoci della pari dignità rispetto a rioni e borghi.

Superprestige - 14 i Comitati già iscritti alla Damigella del Palio


Organizzata da Albatros Comunicazione, con il patrocinio del Comune di Asti, la 17a edizione di “Palio a ... Teatro” ha “mosso” i primo passi Lunedì 9 Settembre in occasione della riunione organizzativa. Si annuncia un’altra edizione “grandi numeri” avendo in prima battuta già avuta conferma di 14 Damigelle che vestiranno i colori di altrettanti Comitati Palio. Con i graditi ritorni di Baldichieri e Santa Maria Nuova (mancavano rispettivamente dal 2016 e dal 2013). Compatta la partecipazione dei borghi cittadini (11 su 14) con 3 Comuni (su 7) finora iscritti. Per Don Bosco e Torretta si tratterà della 17a presenza in altrettante edizioni finora disputate a partire dal 2003. Le iscrizioni saranno chiuse nella serata di Venerdì 20 Settembre.

Il primato di vittorie è di Moncalvo (impostosi nel 2009 - 2011 - 2013) e Don Bosco (2008 - 2010 - 2017), che precedono Nizza Monferrato (2005 - 2015) e San Martino San Rocco (2012 - 2014). Una vittoria per Santa Caterina (2003), San Secondo (2004), San Marzanotto (2006), Tanaro (2007), Cattedrale (2016) e Viatosto (2018). Dieci i comitati finora sull’Albo d’Oro.

Alcuni Comitati sceglieranno nei prossimi giorni le loro candidate attraverso le “primarie”. Due le condizioni per le damigelle: essere nate tra il 2005 ed il 1989 ed aver sfilato per lo stesso borgo in occasione del Palio 2019. Ogni damigella partecipante dovrà essere accompagnata da un paggio e da una piccola dama (indicativamente 4/8 anni). 

Anche quest’anno il criterio di valutazione della giuria terrà conto di 3 differenti “variabili”: storicità costume, portamento e bellezza delle ragazze. Ma con un solo unico punteggio (da 6 a 10) che ogni singolo giurato (una ventina in tutto, giornalisti, autorità e “gente di palio”) avrà a disposizione. La sommatoria dei punti ricevuti da ciascuna concorrente assegnerà il titolo di “Damigella del Palio a ... Teatro” 2019 che riceverà un quadro dipinto dal Maestro del Paliotto 2015 Antonio Giuntoli. Confermato anche un premio di 1.000,00 € per i Comitati che “vestiranno” le prime 5 damigelle classificate (a scalare 300,oo - 250,oo - 200,oo - 150,oo e 100,oo €). Albatros Comunicazione devolverà una quota parte delle quote di iscrizione all’Associazione “Enrico ed Ilaria sono con noi - Onlus” impegnata nel settore del “Disagio infantile”.

Sarà un “salotto a due piazze” quello che ospiterà i Rettori vincitori del Palio 2019. A rappresentare i Comitati di Baldichieri e Cattedrale saliranno sul palco Federico Robino e Beppe Monticone nel consueto "siparietto" del "Rettore (i) contro tutti" che nelle precedenti edizioni della "Damigella" aveva avuto quali "inquilini" Maurizio Rasero (Tanaro - 2010), Davide Migliasso (San Damiano - 2011), Franca Sattanino (San Martino San Rocco- 2012), Giovanni Spandonaro (Torretta - 2013), Nicoletta Sozio (Santa Caterina - 2014), Silvano Ghia (San Paolo - 2015), Pierpaolo Verri (Nizza Monferrato - 2016), Silvio Quirico (San Lazzaro - 2017) e Filippo Riamondo (Moncalvo - 2018). 

mercoledì 11 settembre 2019

San Lazzaro - Estratti i numeri vincenti della lotteria gialloverde


Riceviamo dal Borgo San Lazzaro e pubblichiamo di seguito l'elenco dei biglietti vincenti della lotteria gialloverde.


Consiglio del Palio - Una seduta surreale lascia in dote grossi interrogativi


È stato un Consiglio del Palio decisamente surreale quello andato in scena ieri sera presso il Comune di Asti.
Il Consiglio, infatti, è durato appena una decina di minuti e, soprattutto, non ha dato luogo a sviluppi su nessuno degli argomenti che alla vigilia parevano destinati a far discutere.

La seduta si è aperta con le parole del Sindaco Rasero che si è limitato a complimentarsi con i due vincitori del Palio 2019 e con tutte le persone che hanno lavorato alla buona riuscita della manifestazione. Lo stesso Rasero ha poi, a sorpresa, espresso la propria volontà di ascoltare gli interventi altrui, riservandosi eventuali risposte a conclusione dei dibattiti.

martedì 10 settembre 2019

San Lazzaro - Nel weekend la Tenzone Aurea 2019

Foto di Efrem Zanchettin
Riceviamo dal Comitato Palio San Lazzaro e pubblichiamo di seguito il Comunicato di presentazione sui prossimi campionati nazionali di massima serie di Sbandieratori e Musici, organizzati dalla Fisb ed in programma dal 13 al 15 settembre in quel di Faenza. Tra i protagonisti della gara anche quest'anno ci saranno gli atleti del Borgo gialloverde, pronti a portare in alto i propri colori ed il nome della nostra città.

"È partito il conto alla rovescia per la Tenzone Aurea, il campionato nazionale della massima serie dei musici e sbandieratori appartenenti alla FISB - Federazione Italiana Sbandieratori Antichi Giuochi e Sports della Bandiera  - che si terrà a Faenza dal 13 al 15 settembre a Faenza. 


Alla manifestazione in settembre ci sarà anche il gruppo sbandieratori e musici “Borgo San Lazzaro” di Asti con una delegazione composta da oltre 55 persone. 

Viatosto - Venerdì 13 settembre la XXIX edizione del Premio Bancarella


Riceviamo dal Comitato Palio Borgo Viatosto e pubblichiamo di seguito il Comunicato di presentazione della serata dedicata all'XXIX edizione del Premio Bancarella, quest'anno in programma venerdì 13 settembre.

"L’annuale appuntamento del mondo del Palio con il mercato medievale è prossimo: il 13 settembre 2019 alle ore  20:00  presso il ristorante “la Ferté” Località Valmanera, 150 avrà luogo  la XXIX Edizione de “ Il Premio Bancarella”.
In questo anno anche il Borgo Viatosto ha deciso di fare un qualcosa di straordinario: infatti la serata era tipicamente fissata a gennaio, ma per soddisfare le graditissime richiese di partecipazione e lasciare quante più date disponibili ai vincitori del Palio straordinario 2019, il Borgo Viatosto ha deciso di anticipare la serata rivolta alle bancarelle a settembre.

lunedì 9 settembre 2019

Al via questa sera la VI edizione di Bandiere in Goal


Avrà inizio questa sera alle ore 21, al campetto di C.so Ivrea, negli anni rinominato "Ivrea Stadium" la VI edizione del torneo di calcio a 5 Bandiere in Goal.

Alle ore 21 aprirà l'edizione il remake della finale dello scorso anno: Don Bosco - Santa Caterina. I gigliati dovranno difendere il titolo conquistato un anno fa, inseriti in un girone veramente tosto. I leoni gialloblu, invece, proveranno ad andare oltre il secondo posto che da 3 anni a questa parte li ferma.

Alle ore 22 a sfidarsi saranno poi Santa Maria Nuova - Torretta, con i grifoni che devono riprendersi dalla brutta prestazione dallo scorso anno ed i tricolores che proveranno a migliorare quel terzo posto che è stato finora il loro miglior piazzamento.

domenica 8 settembre 2019

Castel del Piano - Borgo e Carlo Sanna piazzano il bis


La Contrada Borgo con il fantino Carlo Sanna ed il cavallo Toutbeau ha vinto il Palio di Castel del Piano, disputatosi nel tardo pomeriggio odierno. Un Palio che ha visto una mossa lunghissima, durata oltre l’ora e mezza, con il Mossiere Milone costretto ad invalidare ben otto partenze.

Al canapo si sono presentate le seguenti accoppiate: Borgo (Carlo Sanna su Toutbeau), Monumento (Bastiano Sini su Ugar), Poggio (Giuseppe Zedde su Quantovali) e Storte (Antonio Siri su Solero).

Il nono tentativo di allineamento viene giudicato buono da Milone, e vede scattare in testa Borgo, seguito da Monumento e Storte, mentre Poggio resta attardato al canapo. Borgo mantiene la prima posizione, rintuzzando prima i tentavi di attacco di Monumento e resistendo poi al ritorno di Poggio, abile a risalire sino alla seconda posizione. Nulla, però, può contro Borgo che mantiene la testa sino al traguardo, andando a vincere il Palio.

Un successo quello odierno di Borgo e Sanna che bissa quello dello scorso anno, portando la Contrada in cima all'albo d'oro del Palio.

Per Sanna, invece, si tratta della seconda vittoria in carriera a Castel del Piano.

Segnaliamo, inoltre, che nel pomeriggio di ieri a vincere il Memorial Pioli è stato Giovanni Puddu con il cavallo Remo Secondo.

venerdì 6 settembre 2019

Robino: “Da pelle d’oca ripensare alla vittoria. E per il futuro non mi arrenderò.”

Foto di Miriana Sala - Brontolo dice la sua 
Quattro anni alla guida del suo Comitato e, da quasi una settimana, un posto nella storia del Comitato Palio e di tutta Baldichieri. Parliamo, naturalmente, di Federico Robino, Rettore del Comitato Palio del Comune di Baldichieri, vincitore di uno dei due Drappi assegnati domenica 1 settembre in Piazza Alfieri. La vittoria tanto attesa è finalmente arrivata a Baldichieri che nei suoi 31 anni di Palio mai era riuscito a conquistare il Drappo. Lo ha fatto domenica, al termine di un'avvincente corsa che ha visto il cavallo scosso Farfadet du Pecos disegnare traiettorie perfette sino ad arrivare primo al traguardo. A raccontarci quei tre giri ed i momenti successivi è stato proprio il Rettore Robino che, nel corso della chiacchierata, ci ha dato anche il suo punto di vista su quanto potrà accadere nelle prossime settimane.

Castel del Piano - Scelti e assegnati i cavalli per il Palio di domenica

Foto di Daniele Badini - tratta da www.toscanaovunquebella.it
È da poco terminata la Tratta del Palio di Castel del Piano, in programma domenica 8 settembre. Dopo le tre batterie di selezione del pomeriggio sono stati scelti i quattro cavalli chiamati a correre il Palio: Ugar, Solero, Tout Beau e Quantovali.

I cavalli, poi, sono così stati abbinati dalla sorte alle quattro Contrade:

Ugar - Monumento
Quantovali - Poggio
Solero - Storte
Tout Beau - Borgo

giovedì 5 settembre 2019

Superprestige - Venerdì 4 Ottobre la Damigella del Palio. Lunedì sera la prima riunione.


Nello scorso mese di Ottobre il Teatro Alfieri  aveva ospitato la 16a edizione di “Palio a ... Teatro”, serata nel corso della quale era avvenuta l’elezione della “Damigella del Palio” 2018. In un lotto di 15 damigelle -  in rappresentanza di altrettanti Comitati Palio - titolo assegnato a Luna Massarone del Comitato Palio Viatosto che aveva preceduto Chiara Castellaro di Moncalvo, Roxana Monteanu della Torretta, Carlotta Gai di San Martino San Rocco e Irene Morra di San Secondo. 

Luna Massarone era così succeduta sull’Albo d’Oro ad Elena Fogliasso di Santa Caterina (la più votata nel 2003), Paola Guglielmetti di San Secondo (2004), Clementina Piantato di Nizza (2005), Federica Borio di San Marzanotto (2006), Giorgia Monticone di Tanaro (2007), Adriana Castrogiovanni di Din Bosco (2008), Annalisa Guarino di Moncalvo (2009), Diana Martinetto di Don Bosco (2010), Margherita Anselmo di Moncalvo (2011), Viviana Vendemia di San Martino San Rocco (2012), Alessia Bertana di Moncalvo (2013), Chiara Zarantonello di San Martino San Rocco (2014), Elisa Celeste Ragusa di Nizza M.to (2015), Ilaria Pistillo della Cattedrale (2016) e Giulia Concetti di Don Bosco (2017).

Quest’anno la manifestazione è in programma Venerdì 4 Ottobre al Teatro Alfieri.

mercoledì 4 settembre 2019

Nizza - Il resoconto sul Palio 2019 e lo sguardo al futuro


Riceviamo dal Comitato Palio di Nizza Monferrato e pubblichiamo di seguito un Comunicato  di resoconto sull’edizione 2019 del Palio e sul futuro del Comitato giallo rosso:

“Domenica 1 Settembre si è corso ad Asti il Palio Straordinario, celebrativo dei 1900 anni dal Martirio di San Secondo, Patrono della Città. A suggellare questa straordinarietà sono stati assegnati due Palii: uno riservato ai Borghi e ai Rioni della Città di Asti, vinto dal Rione Cattedrale che, grazie al Cavallo Ribelle da Clodia, montato dal Fantino Dino Pes, detto "Velluto", si è aggiudicato un successo che al rione mancava dal 1977; l'altro, riservato ai Comuni, è stato vinto da Baldichieri che ha trionfato grazie al cavallo Farfadet du Pecos, che dopo la caduta del proprio fantino Mattia Chiavassa, detto Geronimo, ha dato vita a una clamorosa rimonta sfociata nella vittoria, la prima assoluta per questo Comune, che si è lasciato alle spalle, rispettivamente, le "accoppiate" di: Castell'Alfero, San Damiano, Montechiaro, Nizza, Canelli e Moncalvo.

martedì 3 settembre 2019

Martedì 10 settembre il Consiglio del Palio


Il Sindaco di Asti Maurizio Rasero ha convocato per martedì 10 settembre, alle ore 21, il primo Consiglio del Palio successivo all’edizione 2019.

All’ordine del giorno della seduta, che come consuetudine avrà luogo nella Sala Consigliare di Palazzo Civico, il bilancio dell’edizione 2019 del Palio di Asti, oltre alle varie ed eventuali.

Alla luce di quanto accaduto nell’anno e di quanto già preannunciato dal Sindaco in vista del Palio del 2020, è facile immaginare come il Consiglio della prossima settimana potrebbe diventare sede di primi dibattiti anche sul Palio del prossimo anno.

"Mai più palii che finiscano di notte, in autunno in mezzo al deserto e al nulla." Il bilancio del Sindaco sul Palio 2019.


Riceviamo dal Comune di Asti e pubblichiamo di seguito il comunicato stampa di resoconto dell’edizione 2019 del Palio.

“C’è un unico modo per definire l’edizione 2019 del Palio di Asti: senza se e senza ma, uno strepitoso successo.

È stata infatti una settimana intensa che ha visto protagonisti tutti i comitati palio che, tra le altre cose, hanno organizzato e promosso innumerevoli iniziative dedicando particolare attenzione a quelle rivolte ai più piccoli che, come preme sottolineare, sono il futuro di questa festa e sono quelli a cui verrà ceduto il testimone per tramandare le nostre tradizioni e consolidare il senso di appartenenza alla nostra città.

L’anticipo alla prima domenica di settembre ha, peraltro, dimostrato come con temperature più alte, giornate più lunghe e luminose e con i bambini ancora in vacanza, si possa valorizzare al massimo la manifestazione in tutte le sue sfaccettature: si sono vissute giornate caratterizzate da un gioioso clima di festa che ha coinvolto gli astigiani, paliofili e non, e i numerosi turisti presenti in città. Inoltre, sottolineiamo che l’organizzazione così strutturata ha evitato di creare il disagio che alcuni cittadini, come accadeva negli anni passati, avrebbero potuto vivere a causa della chiusura della viabilità a settembre inoltrato e con le scuole già aperte.

L’Amministrazione Comunale si complimenta con tutti coloro che hanno consentito la realizzazione di questa edizione “straordinaria”, a partire dai comitati palio, ai loro dirigenti e ai loro popoli che ci hanno creduto e hanno lavorato alacremente tutto l’anno, e parimenti a tutti coloro che hanno garantito, ognuno per le proprie competenze, la buona riuscita della manifestazione: dipendenti comunali, commissione veterinaria, commissione tecnica, giuria d’arrivo, tutto il personale coinvolto e tutte le forze dell’ordine che ancora una volta si sono dimostrate risorsa indispensabile affinché tutto potesse avvenire con la massima sicurezza.

E proprio parlando di sicurezza, l’edizione di quest’anno dimostra, oggi più che mai, che il Palio di Asti e tutto il mondo paliofilo tengono in massima considerazione, ritenendoli prioritari, il benessere e la salute del cavallo.

A tal proposito, ringraziamo il borgo Torretta ed i suoi dirigenti per la particolare sensibilità dimostrata e per la sofferta decisione di ritirare il proprio cavallo dalla finale dei borghi e dei rioni. Questo gesto, che per loro ha comportato la rinuncia ed il vanificarsi degli sforzi del lavoro di un anno, ha portato un incredibile beneficio alla festa nel suo insieme, perché ha consentito di dimostrare che la tutela dell’animale viene garantita non solo attraverso le selezioni effettuate durante il corso dell’anno, le visite veterinarie e le prove della vigilia, soprattutto grazie all’alto senso di responsabilità che permea costantemente le scelte dei dirigenti dei comitati palio.

Per quanto riguarda poi le condizioni dei fantini caduti ieri durante la corsa, il Sindaco, che ha contattato i rettori dei rioni coinvolti, ha ricevuto in merito notizie rassicuranti che confermano che la situazione è sotto controllo e non desta preoccupazione.

Altra nota positiva di questa edizione straordinaria è rappresentata dalla prestigiosa partecipazione del drappello dei Carabinieri del 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo che ha dato prova della propria maestria ed abilità non solo con la carica effettuata nella giornata di domenica in pista, ma anche con la presenza in città nei giorni precedenti consolidando il forte legame tra l’Arma ed i cittadini.  Le molte iniziative promosse dal Reggimento tra quali si ricordano il battesimo della sella che ha coinvolto centinaia di bambini ai Giardini Pubblici, il pattugliamento nelle vie del centro storico e l’apertura della sfilata dei Monelli nel pomeriggio di sabato,  hanno ulteriormente avvicinato la cittadinanza all’arma.

Mai come quest’anno il programma della giornata del Palio è stato fluido e piacevole da seguire, non solo per il pubblico televisivo, ma anche per le circa 13 mila persone presenti in piazza. Nessun tempo morto, nessun ritardo, nessun errore: grazie a questa minuziosa organizzazione abbiamo potuto offrire il meglio della nostra città a tutta Italia grazie, ancora una volta, alla disponibilità della RAI che quest’anno non solo ha garantito la diretta della domenica pomeriggio ma ci ha dato visibilità anche nei giorni precedenti.

Al termine dell’intensa giornata, il Sindaco Maurizio Rasero ha dichiarato: “Sono contentissimo e felicissimo della vittoria di Baldichieri e di quella della Cattedrale perché il primo si è aggiudicato il suo primo drappo dopo oltre 30 partecipazioni e il secondo perché la ritrova dopo 42 anni di attesa. Ho sempre sostenuto, in ogni tempo ed in ogni dove, che un popolo che vive tutto l’anno per raggiungere un sogno non può rimanere a digiuno così tanto tempo. Mi auguro che questa vittoria consenta loro di porre le basi per futuri successi e soprattutto che possa coinvolgere sempre più appassionati che nel corso del tempo si erano allontanati. Infine, emozionante e di rara bellezza vedere poco dopo le 18.30 in una giornata calda e soleggiata piazza San Secondo stracolma di persone che attendevano il posizionamento delle bandiere dei 2 vincitori da parte dei rispettivi rettori.

Mai più palii che finiscano di notte, in autunno in mezzo al deserto e al nulla.

Infine, la straordinarietà del palio di quest’anno ha dato importantissimi spunti di riflessione e certezze che saranno oggetto di confronto con i rettori nelle prossime settimane.

Viva Asti viva il Palio!”

lunedì 2 settembre 2019

Montechiaro piange la scomparsa della signora Nella Mensio Briola


Riceviamo dal Comitato Palio Montechiaro e pubblichiamo di seguito il ricordo ed il saluto alla signora Nella Mensio Briola scomparsa in questi giorni.

“La vigilia festosa di Montechiaro al Palio, è stata rattristata dalla perdita della ultra centenaria Nella Mensio Briola, classe 1915, avrebbe compiuto gli anni a fine anno.

Consigliere emerita della Casa di Riposo di Montechiaro, dove viveva da tanti anni, è stata una figura storica del mercatino del palio che organizzava in occasione della festa patronale  e segretaria del concorso bagnetti in occasione della cena propiuziatrice a lume di candela.

Se n'è andata in silenzio lontano dai suoni e clamori di questi giorni di febbre paliofila, una vita spesa al servizio della collettività.

I funerali hanno avuto luogo oggi pomeriggio alle ore 16 nella chiesa parrocchiale di s. Caterina a Montechiaro d'asti

Le condoglianze del comitato palio alla nipote e parenti

Nella foto in alto i festeggiamenti del 100 anni alla casa di riposo con autorità locali e provinciali.”

Il Canapo porge le più sentite condoglianze alla famiglia ed al Comitato Palio Montechiaro.

“Per noi i cavalli valgono più di tutto....”


Riceviamo e volentieri pubblichiamo quanto segue;

“Quello a sinistra si chiama Tiepolo per noi della Torretta “Tiepolino” perché per noi da quando è arrivato 3 anni fa è stato amore.
Lui e Silvano oggi hanno portato la Torretta in finale “la finale” del palio.
Quei 3 minuti in cui sono racchiusi sacrifici sogni speranze sudore di un anno intero.
Noi quei “brutti assassini” quei “cavernicoli” potrei andare avanti ad apostrofarci per ore perché negli anni ne ho letti tanti aggettivi che ci sono stati dati.
Oggi tiepolino ha avuto dopo la batteria un piccolo problema (per gli animalai state tranquilli niente di che sta assolutamente bene) che gli ha impedito di correre la finale.
Per preservare la sua salute oggi tiepolino per nostra scelta non ha corso la finale perché per voi (mi rivolgo sempre agli animalai) magari può sembrare un paradosso ma per noi i cavalli sono sacri e non fonte di divertimento. Ora mi rivolgo a te giornalista che nel 2013 su una nota testata giornalistica scrivesti in prima pagina “Muore cavallo al palio di Asti” di far altrettanto con questa BELLA notizia.
E ricorda che per noi i cavalli forse valgono più di tutto ciò che ho scritto sopra,soprattutto certe volte sono anche superiori a certe persone.”

CATTEDRALE VINCE IL PALIO DEI BORGHI E RIONI!!

Foto di Efrem Zanchettin
Un digiuno di 42 anni interrotto. Un Palio voluto e quest’oggi conquistato. Il Palio Straordinario, riservato ai Borghi e Rioni cittadini, va al Rione Cattedrale che con Dino Pes e Ribelle da Clodia porta a casa il Drappo al termine di una corsa largamente dominata.

Dino Pes e Ribelle da Clodia iscrivono per la prima volta nella storia i propri nomi sull’Albo d’oro del Palio di Asti. La Cattedrale, che come detto non vinceva dell’ormai lontano 1977, conquista invece il suo secondo Drappo.

Questa la cronaca delle batterie e della finale

I BATTERIA
Dallo steccato: Borgo San Marzanotto (Chiti - La Via da Clodia), Borgo Torretta (Mulas - Tiepolo), Rione San Paolo (Arri - Briccona da Clodia), Rione Santa Caterina (Pusceddu - Ultimo Baio), Borgo Viatosto (Migheli - Red Riu), Borgo San Lazzaro (Zedde - Uired), Rione San Silvestro (Columbu - Tribuno)

Una partenza falsa prima del via buono che vede scattare in testa Santa Caterina e Viatosto. Alle loro spalle, nel corso del primo giro, a mettersi in terza posizione è San Paolo che però, dopo la rimonta nel primo giro, nei successivi due viene sopravanzato prima da San Lazzaro e poi dalla Torretta. Mentre San Marzanotto finisce a terra, San Silvestro resta nelle retrovie e la batteria finisce quindi senza ulteriori cambi di posizione.

Ordine d’arrivo: 1 Santa Caterina; 2 Viatosto; 3 San Lazzaro; 4 Torretta; 5 San Paolo; 6 San Marzanotto (scosso); 7 San Silvestro

II BATTERIA
Dallo steccato:
Borgo Tanaro Trincere Torrazzo (Gessa - Calliope da Clodia), Borgo Don Bosco (Atzeni - Vanadio da Clodia), Rione Cattedrale (Pes - Ribelle da Clodia), Rione San Secondo (Topalli - Unico de Aighenta), Borgo San Pietro (C. Sanna - Forban du Pecos), Rione San Martino San Rocco (Caria - Stallinek), Borgo Santa Maria Nuova (L. Bruschelli - Voulture).

Anche qui una mossa falsa prima di quella valida. A scattare in testa è Tanaro, seguito da Don Bosco e Cattedrale. La caduta di San Secondo e San Martino San Rocco congela di fatto la batteria, con i primi tre che precedono San Pietro, a sua volta in controllo su Santa Maria Nuova che non riesce ad imbastire la rimonta.

Ordine d’arrivo: 1 Tanaro; 2 Don Bosco; 3 Cattedrale; 4 San Pietro; 5 Santa Maria Nuova; 6 San Secondo (scosso); 7 San Martino San Rocco (scosso)

FINALE
Ordine dallo steccato: Borgo Don Bosco (Atzeni - Vanadio da Clodia); Borgo Tanaro Trincere Torrazzo (Gessa - Calliope da Clodia); Borgo Viatosto (Migheli - Red Riu); Rione Cattedrale (Pes - Ribelle da Clodia); Rione Santa Caterina (Pusceddu- Ultimo Baio); Borgo San Lazzaro (Zedde - Uired); Borgo San Pietro (C. Sanna - Forban du Pecos)

La finale viene corsa in sette a seguito della decisione del Borgo Torretta che, per preservare la salute del cavallo Tiepolo, sceglie di non prendere parte alla corsa.

Tre mosse false, con un richiamo ufficiale comminato a Tanaro. Il quarto tentativo di allineamento porta al via, con scatto in testa di Cattedrale e Santa Caterina, mentre San Pietro resta indietro. È la Cattedrale che forte della traiettoria interna alla prima curva prende la testa, mentre alle spalle dell’accoppiata bianco azzurra e a Santa Caterina, sono Don Bosco e Viatosto a tentare la risalita. La Cattedrale mostra però ben altro passo rispetto ai suoi avversari e allunga. Già a metà del terzo giro Pes inizia ad alzare il frustino, fino ad arrivare al traguardo regalando così il successo alla Cattedrale.

Ordine d’arrivo:

1 RIONE CATTEDRALE
2 Rione Santa Caterina
3 Borgo Don Bosco
4 Borgo San Lazzaro
5 Borgo Tanaro Trincere Torrazzo
6 Borgo Viatosto
7 Borgo San Pietro

domenica 1 settembre 2019

BALDICHIERI VINCE IL PALIO DEI COMUNI!!

Foto di Efrem Zanchettin 
Il Comune di Baldichieri si è aggiudicato il Drappo del Palio riservato ai Comuni in questo 2019. A regalare la gioia della vittoria al Comitato guidato da Federico Robino è stato il cavallo Farfadet du Pecos che, da scosso, dopo la caduta del fantino Mattia Chiavassa, ha saputo rimontare dalle retrovie sino alla prima posizione. 
Se per due giri e mezzo a mantenere la testa era stato Castell’Alfero, che sembrava in controllo dopo aver respinto il tentativo di rimonta di Montechiaro, negli ultimi metri della corsa Farfadet ha saputo disegnare traiettorie perfette che, grazie anche al calo di Qui Pro Quo, gli hanno permesso di prendere la testa prima dell’ultima curva, andando così a regalare il Drappo a Baldichieri.

Per Farfadet du Pecos e per Mattia Chiavassa si tratta della prima affermazione in Piazza Alfieri. Anche per il Comune di Baldichieri quella odierna è la prima vittoria al Palio dal debutto del 1988.

Un cavallo scosso torna così a trionfare in Piazza Alfieri dove l’ultimo a riuscire nell’impresa era stato Impera nel 2007 per San Secondo.

Questo l’ordine d’arrivo ufficiale:

1 BALDICHIERI - Mattia Chiavassa su Farfadet du Pecos (scosso)
2 Castell’Alfero - Gianluca Fais su Qui Pro Quo
3 San Damiano - Stefano Piras su Zeta Penny
4 Montechiaro - Alberto Ricceri su Socrates de Bonorva
5 Nizza Monferrato - Alessandro Cersosimo su Portorose 
6 Canelli - Sebastiano Murtas su Ungaros
7 Moncalvo - Giacomo Lo Manto su Zoan de Bonorva (scosso)

Oggi è Palio!

Foto di Efrem Zanchettin
Il giorno più atteso dell'anno è, finalmente, arrivato. Oggi, domenica 1 settembre, Asti corre il suo Palio. Un Palio Straordinario e sdoppiato che vedrà i 14 Borghi e Rioni cittadini sfidarsi dapprima in due batterie e poi nella finale ad 8, ed i Comuni che si daranno battaglia in un’unica corsa secca.

Una giornata, quella del Palio, che inizierà già a minuti, con le cerimonie di benedizione dei cavalli e dei fantini nelle varie Parrocchie. Poi, a partire dalle ore 14, sarà il Corteo Storico ad attirare l'attenzione di astigiani e turisti, lungo il classico percorso che da Piazza Cattedrale porterà tutta la sfilata sino in Piazza Alfieri. Qui, dopo la richiesta del Capitano al Sindaco di licenza di correre il Palio, sarà finalmente Palio!

Ricordiamo, inoltre, che la diretta del Palio di Asti sarà visibile anche su GRP a partire dalle ore 14.15, mentre Rai3 trasmetterà le immagini della finale dalle ore 18.00 alle ore 18.55.


Di seguito il programma completo della giornata: