venerdì 24 novembre 2017

Da Anna Maria Spadafora una puntualizzazione sulla situazione Siri-San Damiano

Foto di Stefano Donà - tratta da Facebook
A seguito dell'articolo pubblicato qualche ora sul quadro dei fantini in vista del Palio 2018, riceviamo e pubblichiamo una precisazione della Rettrice di San Damiano Anna Maria Spadafora.

Se nel nostro articolo, infatti, a proposito di San Damiano, avevamo parlato di "voci discordanti tra chi non ha dubbi sulla riconferma di Siri e chi invece ipotizza un addio", la Spadafora ha voluto ribadire come da parte sua e del suo Comitato ci sia la volontà di riconfermare il fantino Antonio Siri. Sempre la Rettrice del Comune di San Damiano ha inoltre precisato che nei prossimi giorni si confronterà con il fantino, e che, di conseguenza, solo allora la situazione sarà definita in maniera ufficiale.

In attesa, quindi, di news ufficiali ringraziamo la Rettrice rossoblu per la precisazione.

Toto-fantini: tutto quasi fatto o solo calma apparente?

Foto di Francesco Sciutto - www.francescosciutto.com
Eppur si muove. Ci permettiamo di scomodare Galileo Galilei per sintetizzare in una sola frase il "mercato fantini" in vista del Palio 2018.
Il toto-monte, come consuetudine, ha iniziato a riempire i discorsi dei paliofili astigiani nei giorni successivi ai rinnovi delle cariche nei vari Comitati Palio, diventando sempre più argomento d’attualità. Tante le voci circolate nelle ultime ore, alcune particolarmente verosimili e ormai solamente in attesa di tramutarsi in ufficialità ed altre destinate a rimanere semplici chiacchiere autunnali.

La situazione, al momento, vede un quadro che potrebbe essere formato da parecchie riconferme e da pochi, ma significativi, cambiamenti. Una situazione che però, come vedremo, potrebbe anche clamorosamente mutare.

giovedì 23 novembre 2017

Nicoletta Sozio: "..un Palio da riscrivere"

In seguito alle elezioni del Collegio Rettori e quelle del Rione Santa Caterina, il Canapo ha incontrato, in una piacevole chiacchierata, Nicoletta Sozio. 
Di seguito, sarà possibile conoscere quanto è emerso durante l'intervista.
Buona lettura!


Quale è stata la sua reazione alla notizia della nomina di Presidente del Collegio dei Rettori? Ho deciso di candidarmi in brevissimo tempo, qualche giorno prima. Questa nomina non andrà a modificare quanto fatto per il Collegio fino ad oggi. Non era la prima volta che mi veniva chiesto di accogliere la nomina di Presidente, quindi si è trattato di una scelta condivisa e affrontata in maniera amichevole da tutti noi.
Quali sono i progetti del Collegio dei Rettori? La prima cosa che faremo sarà adeguare il regolamento interno del Collegio dei Rettori ai tempi che stiamo vivendo. Quello attuale è datato e risale a quando è stato fondato il Collegio. Ci occuperemo di progetti legati alle scuole; in secondo luogo, possiamo constatare vi sia un Palio da riscrivere in tutto per tutto e che, quindi, gli argomenti da trattare non manchino.
Esiste l'intenzione di fare le corse allo stadio? Appureremo se, anche con i mezzosangue, lo stadio continuerà a non essere agibile per le corse, come era stato comunicato dall'amministrazione il mese di agosto, motivo per cui la corsa era stata annullata. Se così fosse, dovremo trovare una soluzione confrontandoci con l'amministrazione.
Come si pone il Collegio dinanzi alle nuove riforme del Palio? Per quanto riguarda il cambio della data non si tratta di un imposizione, poiché siamo stati sempre tutti tenuti al corrente dall'amministrazione. Ogni decisione del Sindaco è stata adeguata in seguito a precedenti consulti con il Collegio, per cui, a oggi non risulta essere un'imposizione. Continuerà, quindi, ad esserci molto dialogo con l'amministrazione. Bisognerà, inoltre, appurare se verrà spostato il Palio degli Sbandieratori ma, anche in questo caso, l'amministrazione si consulterà con i responsabili di musici e sbandieratori.
Per quanto riguarda il Rione Santa Caterina, quali sensazioni si provano ad essere a capo di un comitato per così tanto tempo? Mi piacerebbe tanto che ci fossero delle candidature tra i giovani ma apprezzo l'umiltà di qualcuno di loro che non se la sente per le tante responsabilità che bisogna assumersi in tale vesti. Fare Palio oggi non è come nel '98, anno in cui ho iniziato. Si tratta di un lavoro, serve tanta esperienza e ci impegneremo ad istruire qualche vice rettore che possa prendere in considerazione l'ipotesi di candidarsi.
Che cos'è per lei in Palio di Asti?
Si tratta di una grossa fetta della mia vita. Sono 25 anni che "faccio palio", 20 in prima persona. 
Per me significa attaccamento al proprio quartiere, alle persone che frequentano la mia stessa sede ma anche alle persone che frequentano gli ambienti del Palio in generale, poichè, alla fine, apparteniamo tutti ad una grande famiglia.

mercoledì 22 novembre 2017

Sabato sera la Bagna Cauda a Baldichieri

Avrà luogo sabato 25 novembre la serata "Finché c'è Bagna c'è speranza", cena organizzata dal Comitato Palio Baldichieri.

Al prezzo di 25 euro sarà possibile gustare il menù, tipico del periodo in terra piemontese, indicato sulla locandina.

Per maggiori informazioni e per le prenotazioni è possibile presso i punti vendita presenti sempre sulla locandina.

Il Borgo San Lazzaro all'udienza generale di Papa Francesco


Il Borgo San Lazzaro continua il suo programma di festeggiamenti con la partecipazione all'udienza generale del Santo Padre in piazza San Pietro e nella basilica dello Stato Vaticano. I gialloverdi, con i loro musici e sbandieratori, hanno fatto da cornice ad una soleggiata mattinata romana in cui hanno dato spettacolo per Papa Francesco ed i fedeli, portando alla benedizione più solenne il Palio vinto due mesi fa ed il loro Vessillo, accompagnati da tantissimi borghigiani Lazzarini, da Parrocchiani di San Domenico Savio e dal parroco Don Dino Barberis. Questo evento, organizzato con la collaborazione proprio della Parrocchia di San Domenico Savio, è nato su invito della Federazione Italiana Giochi Storici capitanata dal presidente Barolo ed ha visto i gialloverdi schierati con le proprie insegne ed il Palio 2017.
In dono sono stati portati il fazzoletto del Borgo San Lazzaro, un cesto di prodotti tipici del nostro territorio ed una stupenda opera artistica in acciaio, realizzata dai laboratori Marmo Inox, raffigurante lo stemma con la croce di Malta incorniciato da due maestosi ramarri e sormontato dalla scritta Borgo San Lazzaro - Palio di Asti. Il Santo Padre ed i tantissimi fedeli presenti sono rimasti meravigliati dal suono degli strumenti e dalle bandiere al vento che hanno allietato il solenne momento di incontro e preghiera. Durante i saluti e le benedizioni toccante il momento in cui il Santo Padre ha tenuto in braccio e dato un bacio a Gioele Quirico il più piccolo della delegazione gialloverde presente a Roma, figlio del Rettore dei Ramarri. Al termine dell'udienza i gialloverdi hanno partecipato ad una cerimonia a loro dedicata all'interno della Basilica di San Pietro. 

Di seguito alcune immagini della giornata.

martedì 21 novembre 2017

Il Consiglio del Palio rinnova la fiducia verso il Capitano Gandolfo

Foto di Francesco Sciutto - www.francescosciutto.com
È stato un Consiglio di breve durata ma di grande importanza quello andato in scena ieri sera presso la Sala Consiliare del Comune. L'assemblea era infatti chiamata ad esprimere il proprio voto di fiducia verso il Capitano del Palio Michele Gandolfo. Una fiducia che il Consiglio ha scelto di rinnovare, con Gandolfo che è stato riconfermato in virtù dei ventidue voti favorevoli, a fronte di soli due contrari ed un astenuto.
Una volta rieletto il Capitano ha fatto il proprio ingresso in Sala, accolto dall'applauso dei presenti. Gandolfo ha ringraziato il Consiglio e si è detto onorato di poter compiere il suo terzo mandato da Capitano. Immediatamente, poi, il consigliere delegato al Palio ha confermato la fiducia dell'Amministrazione anche verso i due Magistrati Tommaso Conte e Gianluca Mattiazzi che, anche nel 2018, lavoreranno accanto a Gandolfo.

Altro argomento all'ordine del giorno era l'estrazione a sorte dell'ordine di sfilata per il Palio del prossimo settembre. Di seguito l'esito del sorteggio con accanto quello che sarà il numero con il quale verrà segnato il cavallo al Palio. Ricordiamo, però, che la sfilata seguirà l'ordine inverso, con il numero 21 che aprirà il Corteo Storico ed il numero 1 che lo chiuderà.