sabato 30 aprile 2011

Ecco il drappo del Palio 2011, con il segno inconfondibile del maestro Antonio Guarene



Bertolino, Guarene e il Palio 2011 per la corsa

Il Palio per l'offerta al Santo


Domani alla Fiera città di Asti protagonista il Palio

Si parlerà delle nuove strategie della Festa, del suo aspetto comunicativo, e dell'organizzazione futura della manifestazione. Questi i temi che verranno dibattuti domani pomeriggio, alle ore 18.30, presso il Fiera Caffè della Fiera città di Asti.

Interverranno il consigliere delegato del Palio Maurizio Bertolino, il capitano del Palio Mario Vespa e il presidente del Collegio dei rettori Massimo Bonino.

L'ingresso è libero e l'invito è esteso a tutti.

Guarene: "Il mio un San Secondo laico "


Ripubblichiamo qui un pezzo di intervista al maestro del Palio Antonio Gaurene, ricordando a tutti i lettori che i drappi 2011 verranno pubblicati sul Canapo questa sera in tempo reale.

"Un Palio più laico, più sincero, con toni più decisi” questo è il pensiero di Antonio Guarene, maestro del Palio 2011, alla cui matita (virtuale) è stata affidata la realizzazione dei drappi che verranno svelati sabato sera durante la cerimonia della stima.
Quando vedevo la raffigurazione tradizionale di San Secondo, la sua immagine mi pareva puzzasse troppo di sacrestia: la mia scelta di colori, invece, vuole essere un taglio netto col passato” Antonio Guarene, infatti, sa bene che cosa è il Palio: fa parte del gruppo dei “primi” fondatori della manifestazione, nel 1967, e da sempre è uno dei borghigiani di San Martino – San Rocco. “Certo, ora il Palio che si viveva in quegli anni non esiste più – ha detto Guarene – è cambiato molto il senso do appartenenza al territorio e le radici spesso non risiedono più neanche nella città, ma il fatto di avere un riferimento, un simbolo, un rione per cui lottare ed emozionarsi rende la vita migliore”.
Parla quasi di una “famiglia allargata” Guarene, trattegiando il rapporto che c'è tra il singolo individuo e la comunità di appartenenza. “Molte volte il rione, il comitato Palio è più di una famiglia, perché solo lì vengono rese al massimo grado certe nostre aspirazioni”.
Per tornare ai drappi che verranno presentati sabato, ecco alcune indiscrezioni"Voglio rimanere nel solco della Graphic art di Nata Rampazzo - ha detto il maestro Sanrocchese - ma con un approccio più figurativo. Ho notato che gli ultimi Palii erano un po' tristi, con troppe sfumature di colori, che non davano il giusto risalto alla nostra Festa, fatta di contrasti e scelte decise".
Sinteticamente alcuni elementi che saranno sicuramente presenti nel Palio 2011:
-La presenza degli stemmi di tutti i partecipanti:un elemento che era già presente nel drappo del 2009 del maestro Nata Rampazzo e che Guarene ha voluto riportare nel suo lavoro
- La costruzione dei drappi tramite l'arte grafica: il maestro ha dichiarato che il suo lavoro vuole guardare al futuro, anche simbolicamente, cercando di coniugare la tradizione (Il Palio) con i nuovi strumenti della tecnica
- Sarà un Palio dai colori decisi, senza sfumature: saranno presenti solo colori primari, che daranno forma a contrasti elevati a livello cromatico. Il Palio, secondo Guarene, è decisione  e contrasto, così questi elementi si ritroveranno nel sendallo.
- Sarà un Palio sicuramente figurativo: a Guarene non piacciono molto le astrazioni così frequenti negli ultimi anni.
- Non sarà presente il colore  verde: nessuna cabala verso San Martino San Rocco quindi, almeno in apparenza
- Sarà presente il tratto distintivo del maestro: non c'è bisogno di spiegazioni, l'antropomorfismo di Guarene è molto originale
-Sarà un Palio "televisivo": così ha raccontato il pittore 2001; il sendallo si rifarà alle immagini televisive, secondo Gaurene gli "occhiali" con cui vediamo il mondo contemporaneo.  

Le vostre foto delle Feste di San Secondo pubblicate sul Canapo

Il Canapo che come sapete, è un progetto "open source" nato senza finanziamenti di nessun tipo e vuole crescere e migliorare con voi, grazie ai contributi di tutti. 
Con l'occasione voglio ringraziare chi quotidianamente mi segnala imperfezioni o refusi nel testo: a volte la fretta è davvero cattiva consigliera, ma grazie all'aiuto di tutti, si cerca sempre di creare un prodotto di buon livello.


Tutte le foto della stima del Palio e dell'Offerta del Palio, che verranno inviate, saranno pubblicate sul Canapo.
Quindi chi di voi vuole contribuire a rendere migliore questo progetto, può spedire le proprie foto all'indirizzo e mail alessandro.franco.83@gmail.com, oppure pubblicarle direttamente sul profilo facebook del Canapo.


Grazie a tutti
Alessandro Franco

Torneo dei borghi di Volley: in semifinale San Silvestro, San Paolo, Don Bosco e Moncalvo


Tre serate di gara hanno definito la griglia delle semifinali del 19° Mem. “Italo Bologna” di Volley - Trofeo 3A Sma, 4° degli appuntamenti sportivi a respiro paliofilo facenti parte del “Superprestige” 2011. Delle 9 squadre quest’anno iscritte alla manifestazione (all’ultimo momento c’è stato l'inatteso forfait di Castell’Alfero vincitore nel 2010) sono rimaste in 4 a contendersi il successo finale: Mercoledì 4 Maggio alla palestra “A.Brofferio” nella prima delle due semifinali si affronteranno S.Silvestro-D.Bosco (ore 21,30) ed a seguire (ore 22,30) la sfida S.Paolo-Moncalvo. Già definite invece le posizioni dal 5° all’8° posto fatte proprie da Montechiaro, Torretta, S.Lazzaro e S.Pietro.
 
Nella fase eliminatoria hanno vinto i rispettivi raggruppamenti S.Silvestro (che nel girone “A” ha preceduto Moncalvo e C.Alfero), S.Paolo (nel girone “B” davanti a Torretta e S.Lazzaro) e D.Bosco (nel girone “C” davanti a Montechiaro e S.Pietro) unica squadra a punteggio pieno. Pure qualificata per le semifinali Moncalvo, la migliore tra le seconde classificate.
 
A partire dal 2009 al Torneo dei Borghi di Volley - Mem. “Italo Bologna” si gioca anche nel ricordo di Simona Torchio, la giovane pallavolista (aveva giocato nel Moncalvo nel 2004) tragicamente scomparsa nel Dicembre 2008. Anche quest’anno le sarà intitolato il premio che andrà alla migliore giocatrice del Torneo.
La serata di finale sarà disputata Venerdì 6 Maggio al Palazzetto dello Sport di Via Gerbi.

Girone “A”:  S.Silvestro 5 - Moncalvo 4 - Castell’Alfero 0
Girone “B”:  S.Paolo 6 - Torretta 2 - S.Lazzaro 1
Girone “C”:  D.Bosco - Montechiaro 3 - S.Pietro 0

Mercoledì 27 Aprile:
Moncalvo - S.Silvestro    1 - 2  (15/25 - 24/26 - 25/19) 
S.Paolo - S.Lazzaro       3 - 0  (25/19 - 25/21 - 25/17) 
S.Pietro - Montechiaro    0 - 3  (13/25 - 10/25 - 11/25) 
                                                            
Giovedì 28 Aprile:               
Moncalvo - C.Alfero          3 - 0 tav. (25/00 - 25/00 - 25/00) 
S.Lazzaro - Torretta         1 - 2       (25/22 - 11/25 - 07/25) 
S.Pietro - D.Bosco           0 - 3      (06/25 - 10/25 - 07/25) 
             
Venerdì 29 Aprile:          
S.Silvestro  -  C.Alfero      3 - 0 tav.   (25/00 - 25/00 - 25/00) 
S.Paolo - Torretta             3 - 0         (26/24 - 25/23 - 25/20) 
Montechiaro - D.Bosco     0 - 3         (07/25 - 15/25 - 11/25) 
 
 
SEMIFINALI (Palestra “A.Brofferio”)
Mercoledì 4  Maggio :  
21,30 S.SILVESTRO - D.BOSCO                                                  
22,30 S.PAOLO - MONCALVO                                           
                                      
FINALI  (Palazzetto dello Sport - Via Gerbi)Venerdì 6 Maggio :  
3°/4°    21,30   ..........................  -  ..........................                                                    
Finale  22,30   ..........................  -  ..........................    

San Paolo

San Silvestro

Don Bosco

Moncalvo

Alcune precisazioni di Gianluigi Bera, storico del Palio, sul nostro articolo

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:


Riguardo all'articolo "Di bontà e qualità solita", noto alcune imprecisioni.
Innanzitutto è decisamente fuori luogo il collegamento alla Cavalleria intesa come Ordine sociale, etico e spirituale; il Palio, che pure ne adotta alcuni segni esteriori, è quanto di più anti-cavalleresco abbia prodotto la civiltà comunale italiana.
Per questo motivo è clamorosamente posticcia ed antistorica la cerimonia del "giuramento dei rettori" che si celebra da pochi anni a questa parte. Soprattutto nella parte che tenta ingenuamente di riprodurre l'addobbamento del cavaliere, decisamente incongrua per funzionari eletti la cui investitura non deriva da altri se non dai rispettivi Popoli che conferiscono loro il carisma dell'Autorità rappresentativa.
Mi preme inoltre rimarcare che il "drappo" del Palio è ben altra cosa rispetto al "sendallo"; il primo, lungo sedici rasi, è di velluto "della qualità e bontà solite" ed è il vero Premio materiale della Corsa. Il secondo, di tela dipinta, serve soltanto da sostegno, ma ha il compito importantissimo di proclamare in immagini e in segni l'essenza stessa della Festa. L'uso del Sendallo e del suo linguaggio iconografico si è affermato definitivamente dalla seconda metà del Quattrocento.
Ah, i Funzionari della Stima è meglio chiamarli "Estimatori" secondo l'uso astigiano, e non "Stimatori" come scritto nell'articolo.



Gianluigi Bera

venerdì 29 aprile 2011

"Di bontà e qualità solita", tutto quello che c'è da sapere sulla stima del Palio

A beneficio di coloro che leggono il Canapo (sono molti anche dall'estero e cogliamo l'occasione per ringraziarli)  e non conoscono i riti del Maggio astigiano, pubblichiamo un pezzo di approfondimento sulla stima del Palio e sul giuramento dei rettori di domani sera.
L'articolo è tratto da www.atnews.it



Una data certa sull’inizio del Palio non esiste. Il cronista Ventura afferma, nelle sue cronache, che nel 1275 si corse attorno alle mura della nemica Alba, appena sconfitta da Asti, un Palio, "solet fieri in festa Beati Secundi", come si era soliti fare nella festa del Santo Secondo. Una data che si perde nella notte dei tempi, quindi, probabilmente nata poco dopo l’anno mille quando, nei liberi Comuni Italiani, era nata l’usanza di "currere ad Pallium"
Il Palio è una festa di popolo, un modo per sentirsi partecipe per un giorno anch’esso di quella che è la più alto ordine " che Iddio abbia creato e ordinato" come diceva il poeta Chretien de Troyes: la cavalleria.
Sabato sera, con partenza dalle ore 21 in piazza Cattedrale, un solenne corteo storico introdurrà le due cerimonie che si terranno in piazza San Secondo e che sanciranno l’avvio di Palio di Asti 2011.
La prima cerimonia è quella del giuramento: i ventuno rettori, come novelli cavalieri, portando sulle spalle il mantello nero con sopra le insegne del proprio rione, leggeranno la formula dove è chiesto "nei valori civici di libertà, solidarietà operosità sanciti nel codice Catenato, di comportarsi con lealtà e onore". Il capitano del Palio toccherà la loro spalla con una spada, intesa come simulacro della croce.
La seconda cerimonia è la stima dei drappi, quest'anno del celebre astigiano Antonio Guarene: sei stimatori, uomini di comprovata fede, giureranno sul codice Catenato che i Palii "sono della qualità e bontà solita": il drappo del Palio, più precisamente "sendallo" che prende il nome dalla tela di zendale (misto seta e cotone) con cui viene realizzato deve essere lungo sedici rasi (ogni raso circa 60 cm) per il Palio della corsa, dieci per il Palio offerto alla Collegiata. E’ una delle poche opere artistiche ancora su commissione e deve rispettare alcuni paletti ben precisi: dalla fine del XVIII secolo la tela reca l'immagine di San Secondo a cavallo con le insegne della Città, lo stemma ed il motto del Comune e l'anno di riferimento. In precedenza il drappo stesso, parzialmente srotolato, veniva appeso ad una picca e decorato con gli stemmi delle autorità cittadine.

Regolare il programma della stima di domani sera

La stima dei drappi 2010 al Teatro Alfieri (foto Comune)
Da quanto si apprende, la riunione informale che si è svolta stamattina in municipio ha confermato il programma della stima del Palio di domani sera.
Partenza del corteo quindi da piazza Cattedrale e arrivo in piazza San Secondo dove si svolgeranno i rituali del giuramento e della stima dei drappi del maestro Antonio Guarene.


giovedì 28 aprile 2011

Al dibattito di domenica parteciperanno anche il capitano del Palio Mario Vespa e Massimo Bonino


Visto il grande riscontro che ha avuto l'incontro di domenica pomeriggio, il dibattito con il consigliere delegato al Palio è stato SPOSTATO ALLO SPAZIO FIERA CAFFE', che avrà una capienza superiore.

L'orario del dibattito, a cui parteciperanno anche il capitano del Palio Mario Vespa e il presidente del Collegio dei rettori Massimo Bonino, si terrà sempre domenica primo maggio ma con inizio alle ore 18.30 invece che alle 18.

Aperte le iscrizioni per l'Asti Pedalando tra i borghi


Domenica 8 Maggio è in programma l'edizione del "venticinquennale" della "Astipedalando tra i ... borghi". Una manifestazione cicloturistica libera a tutti, organizzata da Albatros Comunicazione con il patrocinio di Comune e Provincia di Asti, CONI Prov.le e Panathlon Club Asti, che avrà sviluppo per le vie cittadine (una decina di Km interamente pianeggianti) con partenza (ore 10,30) ed arrivo in P.za Medici.
Iniziate Giovedì 28 Aprile, le iscrizioni saranno possibili da Dimensione Sport in Via C.Battisti, 26 ad Asti, sino alle ore 19,30 di Sabato 7 Maggio al costo di 6,00 €. Anche quest'anno ci sarà una sola classifica di partecipazione di gruppo riservata ai Comitati Palio ai quali saranno assegnati i punti del "Superprestige" in base al numero di partecipanti. A livello individuale ci si potrà ancora iscrivere anche nella mattinata di Domenica 8 Maggio a partire dalle ore 9,00 in P.za Medici al costo di € 6,50. In caso di maltempo (fatto finora mai avvenuto) la manifestazione sarà riproposta Domenica 15 Maggio con identico programma.
Come già in passato Albatros Comunicazione devolverà un contributo di 250,00 € alla Croce Verde di Asti. Prima della partenza a tutti gli iscritti sarà offerto un rinfresco in collaborazione con la Centrale del Latte di Torino ed il 3A Sma. Lungo il percorso è previsto un ulteriore ristoro nel piazzale antistante il Mc Donald's di C.so Alessandria.
Il percorso: Via C.Battisti, P.za Alfieri, P.za Libertà, C.so Einaudi, C.so G.Ferraris, C.so Genova, P.za 1° Maggio, C.so Alessandria, P.le antistante Mc Donald's, C.so Alessandria, C.so Casale, C.so Volta, Via Monterainero, P.za 1° Maggio, C.so Alfieri, P.za Torino, C.so D. Minzoni, Cavalcavia Giolitti, C.so Venezia, Via Torchio, Villaggio S.Fedele, Via A.Cittadella, Via P.Chiesa, P.le della Vittoria, C.so alla Vittoria, P.za Alfieri, C.so Alfieri, Via Della Valle, P.za Medici. 
Don Bosco


La partenza 2010


LA STORIA DELLA ASTIPEDALA
Tra le manifestazioni facenti parte del 1° Maggio Sport, sviluppatosi (per la “regia” dell’Assessorato allo Sport del Comune di Asti con 16 discipline sportive e 47 giornate gara) tra il 29 Aprile ed il 30 Maggio 1986, anche la “Astipedala”, un inedito “appuntamento” cicloamatoriale promosso ed organizzato dall’A.C.S.I. (Associazione Centri Sportivi Italiani) di Asti in collaborazione con il Comitato Palio S.Lazzaro.

Domenica 18 Maggio 1986 si pedalava per beneficenza avendo deciso il Presidente del Comitato organizzatore, Enrico Badella, di devolvere quelli che sarebbero stati gli utili della manifestazione all’Ass. Lotta contro i Tumori e al “Piccolo Cottolengo” di Tortona.
Aperta a tutti coloro che possedevano una bicicletta, la 1a “Astipedala” dava appuntamento ai suoi primi partecipanti in P.za Alfieri, da dove erano in diverse centinaia a partire in allegria ed amicizia.
La variopinta carovana (al battesimo non c’erano le magliette ufficiali) percorreva dietro alla “Giulia” bianca di Enrico Badella C.so Dante, Via Conte Verde, raggiungeva Viatosto, poi Strada Valmanera, C.so Volta , Via Tosi (dove era previsto un rinfresco), Via Monte Rainero, P.za 1° Maggio, C.so Alfieri e arrivo nuovamente in P.za Alfieri. Tutti insieme, così come si era partiti. Tra i tanti protagonisti in bicicletta gli allora Assessori allo Sport del Comune di Asti Aldo Pia e all’Urbanistica Gianpiero Vigna.

A partire dal 1995 l’ “Astipedala” è entrata a fare parte del programma ogni anno organizzato da Albatros Comunicazione, subentrato all’A.C.S.I. nell’organizzazione della manifestazione; ribattezzata successivamente “Astipedalando tra ... i borghi”.
Negli anni è cambiato anche il luogo di ritrovo: da P.za Alfieri in P.za S.Secondo (1992) e poi P.za Medici (a partire dal 1998). Non è cambiato invece nel tempo lo spirito di solidarietà con diverse decina di migliaia di € devoluti ad Associazioni operanti sul territorio o in favore di popolazioni colpite da calamità varie.
Migliaia gli astigiani che nelle prime 25 edizioni vi hanno preso parte. Per i borghigiani di Torretta e S.Lazzaro, e per quanti li hanno conosciuti, l’”Astipedalando tra ... i borghi” è anche l’occasione per un commosso pensiero rivolto a Giovanni Penna ed Arturo Masoero, sino al 2008 orsono puntuali ogni anno all’appuntamento di P.za Medici della 2a Domenica di Maggio.

Superprestige: la finale di volley sarà San Paolo - San Marzanotto

Superprestige: la finale di volley sarà San Paolo - San Marzanotto

Lunedì 23 Aprile alla Palestra “Brofferio” fischio d’inizio per il 20° Mem. “Italo Bologna” di Volley - Trofeo Conc. “Autoleone 2”. Il terzo degli 8 appuntamenti inseriti nel calendario del “Superprestige” 2012 da Albatros Comunicazione che si avvale quest’anno degli arbitri FIPAV.

Con i gironi di qualificazione composti da Torretta, S.Pietro e S.Paolo (“A”), S.Marzanotto, S.Caterina, Viatosto (“B”) quanto mai equilibrati i due incontri della serata inaugurale, entrambi conclusosi per 2-1. In rimonta la vittoria di S.Marzanotto (formazione capitanata da Carmelo Costa) contro Viatosto che vinceva il primo set per 25-21 ma cedeva poi i successivi due sul 25-21 e 26-24. A seguire S.Paolo ha avuto ragione della Torretta imponendosi nei primi due set per 25-18 e 25-11 per poi cedere la terza frazione sul punteggio di 26-24.


E' proseguito alla Palestra "Brofferio il 20° Mem. “Italo Bologna” di Volley - Trofeo Conc. “Autoleone 2”. Il doppio 3-0 con cui S.Paolo e S.Marzanotto hanno Giovedi sera battuto S.Pietro e S.Caterina ha consentito loro di guadagnarsi la finalissima in programma Mercoledì 2 Maggio al Palazzetto dello Sport di Asti.


Ancora de definire la finaliste per il 3° e 4° posto. Decisivo l'ultimo turno della fase eliminatoria che - in programma Venerdì 27 Aprile - vedrà avversarie Torretta-S.Pietro e S.Caterina-Viatosto


Nel corso della premiazione finale alla miglior giocatrice del Torneo sarà consegnato un riconoscimento in memoria di Simona Torchio, la giovane pallavolista moncalvese (con i cui colori aveva vinto l’edizione 2002 del Torneo) tragicamente scomparsa nel Dicembre 2008. Premio che nelle prime tre edizioni era stato assegnato alle castell’alferesi Valentina Chiecchio (2009) e Francesca Girardi (2010) e alla moncalvese Franca Bagna (2011). Altro premio per il miglior giocatore, lo scorso anno vinto da Maurizio Casalone che aveva vestito i colori di S.Silvestro.

A partire dal 1997 sull’Albo d’Oro del Torneo dei Borghi di Volley per ben 6 volte ha trovato posto S.Marzanotto (‘97- ‘99 - ‘00 - ‘01 - ‘04 - ‘06). Tre i successi di S.Silvestro (‘07 - ‘08 - 2011), 2 quelli di S.Secondo (‘03 - ‘05), con una vittoria ciascuno per Viatosto (‘98), Moncalvo (‘02), S.Pietro ‘09) e Castell’Alfero (2010).
LE CLASSIFICHE


Girone "A": S.Paolo 5 - Torretta 1 - S.Pietro 0


Girone "B": S.Marzanotto 5 - Viatosto 1 - S.Caterina 0


IL CALENDARIO


Fase di qualificazione


Lunedì 23 Aprile:
S.MARZANOTTO - VIATOSTO 2-1
TORRETTA - S.PAOLO 1-2


Giovedì 26 Aprile:
S.PAOLO - S.PIETRO 3-0
S.CATERINA - S.MARZANOTTO 0-3


Venerdì 27 Aprile:
21,30 TORRETTA - S.PIETRO
21,30 S.CATERINA - VIATOSTO


La migliore classificata di ogni girone disputerà la finalissima.
La seconda disputerà la finale di consolazione.


FINALI
Mercoledì 2 Maggio - Palazzetto dello Sport
3°/4° 21,30 ............... - .......................
Finale 22,30 S.PAOLO - S.MARZANOTTO

Palio di Bomarzo annullato per maltempo

Il Palio di Bomarzo, che si doveva disputare originariamente lunedì 25 aprile ( data slittata per la pioggia) è stato annullato definitivamente. 
A far maturare la decisione le condizioni del terreno del "Campo del Fossatello" che, in alcune zone, quali la partenza, non avrebbero garantito la sicurezza per i cavalli e fantini poiché il terreno è ancora allentato dalla pioggia caduta nei giorni scorsi.

Tre domande a Nicoletta Sozio

Nicoletta Sozio alla vittoria del Palio 2003
E' la nuova rettrice di Santa Caterina, anche se con lei alla guida il rione del Giglio aveva vinto il Palio del 2003.
Nicoletta, sei contenta di questa elezione?
Sì, ma ora il mio obiettivo primario è quello di guardare avanti e dire a tutti che Santa Caterina c'è. Non voglio ritornare sulle discussioni dei giorni scorsi, ma voglio portare avanti un comitato unito per raggiungere i migliori obiettivi possibili che ci siamo prefissati. Da questo punto di vista sono contenta che l'elezione mia e del direttivo abbia visto un'ampia partecipazione di iscritti e molte voci concordi.
La vostra monta per il 2011 era Donato Calvaccio. Ci sono modifiche con la tua elezione?
Assolutamente no. Io sono una fautrice della scuola astigiana e quindi sono assolutamente d'accordo nel costruire un rapporto solido e duraturo con fantini astigiani. Quindi da questo punto di vista nessun cambiamento con il vecchio direttivo
Come commenti il nuovo direttivo, formato tutto da ex rettori?
E' stata una scelta voluta, cercata apposta per dare un ulteriore segnale forte di unione all'interno del nostro rione.

mercoledì 27 aprile 2011

Bertolino risponde alla Brambilla riguardo ai frustini


Una storica "nerbata" del Palio tra San Secondo e Tanaro nel 2003

“A proposito delle recenti dichiarazioni del Ministro al Turismo Michela Vittoria Brambilla relativamente all’uso dei frustini nei Palii, preciso che per quanto riguarda il Palio di Asti il frustino era lo storico “strumento” con il quale si governava la corsa. Oggi per la verità sempre meno, nel senso che il frustino, realizzato da un artigiano in giunco ritorto di 60 centimetri di lunghezza per un diametro di 3 centimetri nella parte del manico e di un centimetro per la parte finale, viene utilizzato solo in caso di estrema necessità. Va considerato infatti che la tipologia e la lunghezza del percorso non necessitano più di tanto dell’uso del frustino e hanno ragione alcuni fantini quando dicono che si usano soprattutto gambe e braccia e guai se non fosse così!
Per quanto ci riguarda la querelle sul frustino è destituita di ogni fondamento anche perché da anni ci uniformiamo all’Ordinanza del Sottosegretario Martini in ordine al benessere dei cavalli.”

Brambilla "Basta frustare i cavalli al Palio"

Dopo le decisione inglese, che vieterà di frustare i cavalli alle corse del National Hunt, il ministro del turismo Brambilla ha in mente una decisione simile anche per i Palii italiani:

http://www.repubblica.it/cronaca/2011/04/23/news/stop_frustate_a_cavalli-15285571/

A Bucefalo verrà consegnata la "Giubba d'onore" durante la Provaccia di Legnano


Bucefalo dopo la vittoria del Palio 2006 con Santa Maria Nuova

Definito il programma della prossima Provaccia, la manifestazione che verrà organizzata dal Collegio dei capitani e delle contrade nella serata di venerdì 27 maggio.

Durante la manifestazione, verrà consegnata la "Giubba d'onore" a Maurizio Farnetani, primo fantino ad aver vinto la corsa in notturna.
Dopo anni in cui il Collegio aveva privilegiato il ruolo del cavallo, premiando i proprietari che anche dopo il periodo agonistico avevano offerto ai purosangue una "dorata" pensione, quest'anno sarà dato spazio ai fantini e così la "Giubba d'oro" sarà consegnata a "Buce", primo ad aver vinto con S.Magno la Provaccia nel 1985. Farnetani, inoltre, detiene il record di quattro successi nel Palio, tutti ottenuti sempre con la casacca della contrada S.Magno. Primato detenuto insieme al compianto "Canapino".

martedì 26 aprile 2011

San Martino organizza la 15 edizione del Trofeo "Piero Vogliolo"


Il Comitato Palio San martino San Rocco, guidato dal Rettore Franca Sattanino Penna, in collaborazione con Atletica Castell’Alfero di Franco Russo, organizza Domenica 1 Maggio la 15° edizione del “Trofeo Piero Vogliolo”, gara podistica competitiva, valida come 2° prova del campionato provinciale su strada.
La manifestazione è nata per onorare la memoria del compianto borghigiano Piero Vogliolo, attivissimo componente del Comitato dalla rinascita del Palio nel ’67.
La manifestazione prevede il ritrovo dei partecipanti per le ore 8.00 in Via Lessona, davanti alla sede del Comitato, con partenza alle 9.15. Il percorso, di 10 Km, dopo un anello per le strade del borgo, toccherà C.so Don minzioni, Viale Don Bianco, Loc. S.Spirito, quartiere Sacro Cuore, Str. Abbazia Apostoli, Str. Borbore, C.so Alba, Cavalcavia Giolitti e C.so Matteotti, con arrivo in Via Lessona. L’iscrizione alla gara potrà essere effettuata anche prima della partenza. Sarà assegnato il Trofeo Piero Vogliolo e la medaglia d’oro ai primi classificati nelle categorie maschile e femminile, altri premi per ogni categoria e un omaggio di partecipazione a tutti gli iscritti. La gara podistica ufficiale, sarà preceduta da una mini corsa non competitiva per le categorie giovanili. 





sabato 23 aprile 2011

Buona Pasqua a tutti i lettori del Canapo


Intervista esclusiva ad Antonio Guarene (parte 3):il Palio, seconda famiglia

Ultima parte dell' intervista al maestro del Palio Antonio Guarene: abbiamo chiesto a lui che ha vissuto e costruito il Palio dal 1967, quale messaggio lasciare ai giovani che oggi si affacciano sulla nostra Festa. Sono parole che credo meritino di essere ascoltate e riflettute da tutti, per la grande attualità dei temi che affrontano.


venerdì 22 aprile 2011

Sondaggio del Canapo: chi volete come mossiere 2011?

Visto che il mondo del Palio e il Consiglio del Palio segue con costanza e attenzione questo strumento di informazione (il rettore di Moncalvo Diego Musumeci ha citato il nostro sondaggio riguardo alla proposta dell'inversione dell'ordine di sfilata), proponiamo ora una consultazione tra chi vorreste vedere, tra le tre candidature proposte ieri sera in Consiglio del Palio, sul verrocchio 2011.

I candidati sono:

  GENNARO MILONE
 ENRICO CORBELLI
ANDREA CALAMASSI ( a dx vicino a Renato Bircolotti)









A voi la parola

Un consiglio del Palio "arrendevole" non arriva a nessuna decisione concreta


Nessuna decisione sul mossiere 2011: il sostituto di Renato Bircolotti deve ancora essere nominato. Tre sono le ipotesi per il Palio 2011: sul piatto della bilancia Gennaro Milone, Enrico Corbelli e Andrea Calamassi. La decisione su chi salirà sul verrocchio è stata posticipata nel prossimo consiglio del Palio, anche se ormai, con la prima  delle corse allo stadio ormai alle porte, la scelta incomincia a premere agli addetti ai lavori.
Bocciata invece la proposta di modifica al secondo punto dell'ordine del giorno che prevedeva l'inversione dell'ordine di sfilata del corteo storico (8 favorevoli 15 contrari e due astenuti). Un cambiamento, quello proposto da Diego Musumeci, che ha visto parecchi pareri scettici da parte dei membri del consiglioi. Il rettore di Moncalvo, citando il sondaggio del Canapo di qualche mese fa, ha detto che il 95% dei lettori era favorevole all'inversione dell'ordine di sfilata. Di parere opposto il parere di Silvano Ghia (San Paolo), che invece era contrario al cambiamento esteriore della nostra Festa. “Non dobbiamo confondere le persone con una continua modifica delle nostre regole – ha detto Ghia – chi viene nella nostra città per vedere il Palio non ci capirebbe più nulla”. Anche il capitano del Palio non ha sposato la causa del rettore aleramico, dimostrando perplessità in merito.
Silvano Ghia (San Paolo)
Maurizio Rasero (Tanaro)
Dubbi sono giunti anche in merito alla modifica dell'ultimo articolo del regolamento del Palio che prevedeva una sorta di “collegio degli ex capitani del Palio" che possa giudicare sugli eventuali ricorsi nei confronti di sanzioni disciplinari durante le fasi della corsa. “Una modifica di questo tipo – ha detto il rettore di San Secondo Marco Zappa – toglie prerogative alla figura del Capitano del Palio. Un giudizio di appello sarebbe un giudizio finale, e una decisione di questo tipo sarebbe un declassamento delle potestà di giudizio del Capitano del Palio”. “Sono sconcertato di questa decisione – ha detto Giovanni Spandonaro rettore della Torretta – a forza di avere paura di cambiare, il Palio vive di un immobilismo senza precedenti. E' difficile che chi commina una pena, poi torni sulla propria idea”. Un problema, quello del possibile appello sulle decisioni del Capitano che ha una storia lontana, almeno nelle parole dell'ex capitano del Palio Andrea Sodano: “Già quando ero io Capitano alcuni borghigiani avevano minacciato un ricorso al Tar contro eventuali decisioni di squalifica”.
Praticamente all'unanimità è passata invece la decisione di recedere i cavalli che scalciano nella seconda fila e al posto più esterno rispetto all'allineamento della mossa ( nel caso di più cavalli che scalciano questi verranno messi in successione dopo il primo).


All'ultimo punto della discussione è invece stato presentato il programma dei festeggiamenti patronali 2011.

giovedì 21 aprile 2011

Consiglio del Palio: bocciata la proposta dell'inversione dell'ordine di sfilata

Nessuna modifica dell'ordine del corteo storico del Palio: con 8 voti favorevoli al cambiamento, 15 contrari e 2 astenuti il consiglio del Palio ha mantenuto l'ordine di sfilata attuale.

A seguire commenti e resoconto articolato della serata

Consiglio del Palio: fumata nera per il mossiere 2011

Nulla di fatto per il mossiere 2011: il consiglio del Palio si è riservato di scegliere tra tre candidati proposti dall'amministrazione: Gennaro Milone, Andrea Calamassi ed Enrico Corbelli.

A seguire commenti e resoconto articolato della serata
Simone Mastrolia (vice rettore San Paolo)



Nicoletta Sozio nuova rettrice a Santa Caterina

E' Nicoletta Sozio la nuova rettrice del rione Santa Caterina. La Sozio, che aveva già in precedenza ricoperto la carica di rettrice (suo il Palio del 2003) guiderà un direttivo formato, primo caso nella storia del Palio, da tutti ex rettori.
Sono stati infatti eletti nel direttivo Piero Corrado, Sergio Malvicino, Alex Ferello e Denis D'Amico.
"E' stato un segnale forte di coesione da parte del comitato" è stato il primo commento di Giorgio Brondolo del comitato palio, a caldo dopo le elezioni. "Il comitato ha eletto quasi all'unanimità sia la nuova rettrice che il direttivo".
Ricordiamo che la scorsa settimana aveva rassegnato le dimissioni Denis D'Amico, rettore eletto nell'autunno scorso







mercoledì 20 aprile 2011

Superprestige: le date e i gironi del torneo di volley dei borghi


La premiazione di Castell'Alfero vincitore nel 2010


Il  premio "Simona Torchio" a  Francesca Girardi

La prossima delle manifestazione sportive a “respiro paliofilo” proporrà la sfida pallavolistica tra 9 formazioni in rappresentanza di altrettanti Comitati Palio: insieme ai campioni 2010 di Castel-l’Alfero si contenderanno il successo finale nel 19° Mem. “Italo Bologna” le formazioni di D.Bosco, Moncalvo, Montechiaro, Torretta, S.Lazzaro, S.Paolo, S.Pietro e S.Silvestro. Si giocherà alla palestra “A.Brofferio” a partire da Mercoledì 27 Aprile con serata finale prevista per Venerdì 6 Maggio al Palazzetto dello Sport di Asti.
 
Lo scorso anno era stato il Comitato Palio Castell’Alfero ad iscrivere per la prima volta il proprio nome sull’Albo d’Oro del Torneo dei Borghi di Volley “Lui& Lei” - Mem. “Italo Bologna". In finale aveva avuto ragione per 2-0 della Torretta mentre nella sfida di consolazione Viatosto e Moncalvo avevano chiuso sull’1-1 (25/21 - 22/25) ma sul terzo gradino del podio c’era salito il borgo retto da Roberto Boero per il maggior numero di punti realizzati nei due set disputati.
Una grande emozione tra il pubblico che aveva assistito alla premiazione finale si era colta al momento della consegna da parte di Dante Torchio a Francesca Girardi di Castell’Alfero del premio (migliore giocatrice) in memoria della figlia Simona,  la giovane pallavolista moncalvese (per i cui colori aveva disputato l’edizione 2004 del Torneo) tragicamente scomparsa nel Dicembre 2008. Dario Rapari della Torretta aveva invece ricevuto il premio come miglior giocatore.
 
Palestra “Brofferio”/Palazzetto Sport - 27 Aprile/6 Maggio
Girone “A”: Castell’Alfero - Moncalvo - S.Silvestro
Girone “B”: Torretta - S.Paolo - S.Lazzaro
Girone “C”: D.Bosco - S.Pietro - Montechiaro
 
FASE DI QUALICAZIONE  -
Palestra Scuola Media "A.Brofferio" - Via Oriani, Asti
 
Mercoledì 27 Aprile: 21,30 2A MONCALVO  - 3 A S.SILVESTRO          (gara 1)
22,30 2B S.PAOLO       - 3 B S.LAZZARO            (gara 2)
21,30 2C S.PIETRO      - 3 C MONTECHIARO     (gara 3)
 
Giovedì 28 Aprile 21,30 perd. 1 .............. - 1 A CASTELL’ALFERO            
22,30 perd. 2 .............. - 1 B TORRETTA          
21,30 perd. 3 .............. - 1 C D.BOSCO       
 
Venerdì 29 Aprile: 21,30 vinc. 1 ............... - 1 A CASTELL’ALFERO          
22,30 vinc. 2 ............... - 1 B TORRETTA        
21,30 vinc. 3 ............... - 1 C D.BOSCO     

SEMIFINALI
Palestra Scuola Media "A.Brofferio" - Via Oriani, Asti

Mercoledì 4 Maggio 21,30 A1 ................... - ...................... .           
22,30 ......................... - ......................               
 
FINALI
Palazzetto dello Sport  - Via Gerbi, Asti

Venerdì 6 Maggio
3°/4° 21,30 ............... - .......................            
Finale 22,30 ............. - ....................... 

Superprestige:il punto della situazione dopo i primi tre tornei


Montechiaro vincitore delle bocce


San Pietro vincitore del Bowling

Comincia a prendere forma la classifica del “Superprestige” 2011, calendario di eventi sportivi a “respiro” paliofilo che ha già “consumato” 3 dei 9 appuntamenti anche quest’anno in programma. Tra febbraio e marzo, al successo iniziale di Montechiaro a bocce (superata in finale la quadretta della Torretta) avevano poi fatto seguito le vittorie di Torretta (che a scopone aveva preceduto Viatosto, Montechiaro e Baldichieri) e San Pietro (davanti a San  Lazzaro e Moncalvo) nel torneo di bowling.
 Porteranno punti per il “Superprestige” 2011 anche il 19° Torneo dei Borghi di Volley “Lui & Lei” (27 Aprile/6 Maggio),  la 26a “AstiPedalando tra i ... borghi” (Domenica 8 Maggio), il 23° Torneo di calcio a 5 (9/25 Maggio), la 26a “StraAsti” (Venerdì 27 Maggio) ed il 10° Torneo di basket (31 Maggio/8 Giugno).
L’epilogo Venerdì 21 Ottobre al Teatro Alfieri con l’elezione della “Damigella del Palio a .. Teatro” nell’ambito della manifestazione “Palio a ... Teatro 2011”; nello scorso mese di Ottobre titolo vinto da Diana Martinetto (D.Bosco) che aveva preceduto Francesca Pia (Viatosto) ed Eva Squillari (S.Caterina).
 Dopo la disputa di 3 manifestazioni è fuga per la Torretta che con 63 punti (2a a bocce, 1a a scopone e 5a a bowling”) precede Montechiaro (53), S.Lazzaro (39), S.Damiano (37), Viatosto (36),
D.Bosco (33), Baldichieri (30), S.Martino/S.Rocco (26), S.Pietro (25), S.Caterina (24), Moncalvo (19), S.Paolo (16), Cattedrale (14), Nizza M.to (13), Castell’Alfero (8), S.Maria Nuova (7).
Prossimo l’ingresso in classifica anche di Canelli, S.Secondo, S.Silvestro, Tanaro, Comitati che saranno impegnati nel 23° Torneo dei Borghi di calcio a 5 (scatterà al Palasport Lunedì 9 Maggio) da quest’anno Mem. “Matteo Sobrino” . 
Al “Superprestige” 2011 hanno aderito 20 Comitati (tutti meno S.Marzanotto) su 21. Anche nel 2011 i 5 Comitati palio meglio classificati si spartiranno un contributo del valore di 3.000,00 € mentre al Comitato Palio che avrà totalizzato il miglior risultato complessivo sarà assegnato il 15° "Superprestige", titolo vinto nelle precedenti 14 edizioni per ben 6 volte da S.Marzanotto (1997 - 1999 - 2001 - 2006 - 2008 e 2009). Tre i “sigilli” per D.Bosco (2003 - 2004 -2010) e due le vittorie di S. Pietro (2005 e 2007). Una vittoria infine per S.Martino/S.Rocco (1998), Torretta (2000) e S.Secondo (2002). 


LA CLASSIFICA "SUPERPRESTIGE"(Dopo Bocce, Bowling e Scopone)
Torretta                      63
Montechiaro               53
S.Lazzaro                  39
S.Damiano                 37
Viatosto                     36
D.Bosco                     33
Baldichieri                  30
S.Martino/S. Rocco     26
S.Pietro                      25
S.Caterina                  24
Moncalvo                    19
S.Paolo                      16
Cattedrale                   14
Nizza M.to                  13
Castell’Alfero                8
S.Maria Nuova              7

Festeggiamenti patronali 2011: il programma


SABATO 30 APRILE: STIMA E GIURAMENTO DEI RETTORI
ore 20.30 
Piazza Cattedrale - ritrovo di Asta, Gruppo del Capitano, Vessilliferi, rettori con il mantello e i medaglioni, figuranti
ore 21.30 
Avvio del corteo 
ASTA GRUPPO DEL CAPITANO A CAVALLO
ARMIGERI CON CESTO DEI MEDAGLIONI
ESTIMATORI
RAPPRESENTANZE DI RIONI BORGHI E COMUNI
VESSILLI E RETTORI
SBANDIERATORI E MUSICI
Percorso: P.zza Cattedrale, P.zza Cairoli, C.so Alfieri, Via Gobetti, P.zza S. Secondo 
                                                                                                
ore 21.50
Arrivo in piazza San Secondo
      
Il Gruppo del capitano scende da cavallo davanti al palco (i cavalli vengono portati via
verso Via Garibaldi sino a raggiungere Piazza Libertà) e rimane a lato del palco in attesa
delle autorità.
I figuranti prendono posto nell’area loro riservata (fronte portici Baronciani e
parte rialzo)
Vessilli e rettori attendono in prossimità del confine tra Palazzo Civico e la Collegiata
prima di essere chiamati per il Giuramento.
Uscita delle autorità da Palazzo Civico
ore 22.00
Inizio cerimonia del Giuramento. A seguire la Stima del Palio
ore 23.00
Conclusione della Stima del Palio
A  SEGUIRE:
Esposizione dei palii sul balcone di Palazzo Civico
(in caso di maltempo le cerimonie del Giuramento e della Stima del Palio avranno luogo a Teatro Alfieri alle ore 21.15; il corteo in notturna non avrà luogo)
DOMENICA 1 MAGGIO: MESSA E PANEGIRICO DEL SANTO
ore 10.45 
Avvio delle autorità e del Gonfalone scortato dai Vigili da Palazzo Civico verso la Collegiata di San Secondo


ore 11.00 
Inizio Santa Messa
ore 21.00
Concerto Banda Città di Asti - G. Cotti in Piazza San Secondo

MARTEDI' 3 MAGGIO: OFFERTA DEL PALIO ALLA COLLEGIATA

ore 10.30 
Palazzo Civico – il Sindaco annuncia i nominativi degli Insigniti dell’Ordine di San Secondo   
ore 10.45
Piazza Roma: ritrovo dei figuranti e dei rettori di Borghi Rioni e Comuni
ore 10.50
Avvio dell’ASTA dalla sede di Via Mazzini in Corso Alfieri, Via Gobetti, Piazza San Secondo
ore 11.00
Esibizione degli sbandieratori dell’ASTA
ore 11.25
Avvio del corteo da Piazza Roma a Piazza San Secondo attraverso Corso Alfieri e Via Gobetti
ore 11.35
Arrivo del corteo in  Piazza S. Secondo
ore 11,45
Ingresso in Collegiata
ore 12.30
Conclusione della Cerimonia
ore 12.45
Distribuzione della “minestra dei poveri” in Piazza San Secondo
ore 14.15 (circa)
Conclusione della manifestazione (In caso di pioggia i figuranti si troveranno direttamente a Palazzo Civico alle ore 11.15)
MARTEDI' 3 MAGGIO MEMORIAL PENNA
ore 21,00
Piazza San Secondo – Sbandierata del Santo in memoria di Giovanni Penna Esibizione di sbandieratori dei rioni, borghi e comuni partecipanti al Palio.
(i gruppi sfileranno da Piazza Roma  in direzione Corso Alfieri, Via Gobetti, Piazza San Secondo – partenza del corteo ore 20.30)

martedì 19 aprile 2011

Gran premio delle Palme a Montepulciano: i risultati




I risultati delle corse di Abbadia di Montepulciano del 17 aprile, che hanno visto anche alcune batterie di purosangue che possono interessare il nostro Palio



Orario di svolgimento
Fantino
Cavallo
1° Batteria – ore 14,30 MEZZOSANGUE
1
PischeNaikè
2
ColumbuOlimpo solitario
3
ChitiIvanov
4
FaisNicodem
5
Dino PesNelabu
6
VeneriMachine Gun
Vince Alessandro Chiti su Ivanov seguito da Fais su Nicodem e Dino Pes su Nelabu.
Orario di svolgimento
Fantino
Cavallo
2° Batteria – PUROSANGUE
1
ChessaSpartacus
2
VeneriMarcella Bella
3
FaisLud
4
ColumbuTexas Ranger
5
MariBettini
6
CherchiFuego
Vince Chessa su Spartacus seguito da Fais con Lud e Mari su Bettini.
Orario di svolgimento
Fantino
Cavallo
3° Batteria – MEZZOSANGUE
1
MariDostoevskij
2
ChitiFarsalo
3
VerdigiMaurizio
4
SannaNino’s
5
CariaMirta Maria
6
VillellaNicolas
7
CarboniOmodeos
Vince Sanna con Nino’s davanti a Mari su Dostoevskij e a Chiti su Farsalo.
Orario di svolgimento
Fantino
Cavallo
4° Batteria – PUROSANGUE
1
A. CogheBunga bunga
2
MarrasLui
3
MascoloMasculeddu
4
ChitiMaurina
5
BandiniTric
6
CordaPortacasa
Vince al fotofinish corsa su Portacasa, seguito da Chiti su Maurina e da Bandini su Tric.
Orario di svolgimento
Fantino
Cavallo
5° Batteria - MEZZOSANGUE
1
PischeOscar Big
2
ColumbuZio Sauro
3
VerdigiGungadin
4
Dino PesOndina
5
MascoloMelodia
6
BartolozziMorri
7
SannaOstendata
Vince Verdigi su Gangadin seguito da Bartolozzi su Morri e da Columbu su Zio Sauro.
Orario di svolgimento
Fantino
Cavallo
6° Batteria - PUROSANGUE
1
A. CogheWikileeks
2
ChitiLibero
3
VerdigiAleandro
4
MigheliToni Montana
5
MarrasLei
6
FaisMaria Stella
Vince ancora Chiti con Libero seguitoda A. Coghe con Wikileeks e da Verdigi con Aleandro.
Orario di svolgimento
Fantino
Cavallo
7° Batteria - MEZZOSANGUE
1
VillellaNotti d’estate
2
MinisiniGulliver
3
MigheliIlon
4
ArriMiulan
5
Virginio ZeddeNunteregghepiù
6
MariGiustinoh
7
CordaOverjoed
Vince Migheli su Ilon davanti a Minisini su Gulliver e a Virginio Zedde su Nunteregghepiù.
Orario di svolgimento
Fantino
Cavallo
8° Batteria - PUROSANGUE
1
BandiniTrac
2
MereuPablo
3
FaisCasilago
4
CherchiMirnillo
5
CariaTrilli
6
ChessaRossa del deserto
Vince Bandini su Trac seguito da Chessa su Rossa del deserto e da Mereu
Orario di svolgimento
Fantino
Cavallo
9° Batteria - MEZZOSANGUE
1
VillellaOlimpo Wells
2
ChitiNus
3
ArriOlindo Baio
4
GiglioniMister Melon
5
ColumbuItaliana de Sedini
6
BartolozziOsvaldo
L’ultima gara vede vincente Villella in groppa a Olimpo Wells seguito da Bartolozzi su Osvaldo e da Chiti su Nus.


Fonte. Collegio dei capitani e delle contrade di Legnano www.collegiodeicapitani.it