martedì 7 agosto 2018

Verso il Palio 2018 - Il Comune di Baldichieri


Baldichieri, centro agricolo di antica tradizione situato sulla strada Romana a 10 km a ovest di Asti, è già menzionato in un manoscritto del 1041 (diploma  dell’Imperatore Enrico III) con il nome di “Mons Baldecherii”. Il castello medievale che anticamente sorgeva sulla sommità del colle è stato danneggiato a più riprese, in più eventi bellici, sino alla sua completa distruzione nel settecento, durante la guerra di secessione spagnola. Pregevole la parrocchiale dedicata a San Secondo Martire dal cui sagrato si gode un singolare panorama delle colline circostanti.
COLORI: argento, azzurro e oro

RETTORE: Federico Robino

VITTORIE: Il Comune di Baldichieri non ha ancora al suo attivo alcuna vittoria.

TEMA DELLA SFILATA: "Giuramento di fedeltà al Vescovo di Asti da parte di Piero Confalonieri di Marenzana"

Tra il 1237 ed il 1238 il Vescovo di Asti avviò una politica di recupero e di difesa dei possessi episcopali, rinnovando le investiture ed esigendo un nuovo giuramento di fedeltà dai Vassalli e dalle Comunità dipendenti, tra cui anche Baldichieri.
Nell’anno del Signore 1238, sabato 11 maggio, alla presenza di testimoni, Pietro Confalonieri di Marenzana prestò fedeltà al Vescovo di Asti ed ai suoi successori, con la promessa di rispettare ogni condizione propria della fedeltà e di ‘consegnare’ il feudo e i vassalli.
Nell’atto, sottoscritto nel castello di Asti, sopra il loggiato del Vescovo, alla presenza del Maestro Giacomo da Montemagno, di Ruffino, canonico della chiesa vescovile di Sant’ Aniano e di Giacomo Della Fonte e redatto dal notaio Giribaudo da Valperto, Pietro Confalonieri di Marenzana, consegnò al Vescovo il castello di Garabello e i diritti ad esso collegati.
Consegnò altresì il castello di Monsbaudicherius, presso il Planum Santi Michaelis, nel territorio adiacente la via Fulvia della Vallis Trivetie (Val Triversa) ed i suoi vassalli.
Il Comune di Baldichieri intende celebrare il trentesimo anno di partecipazione al Palio di Asti, riproponendo il tema del corteo storico scelto in occasione della prima partecipazione alla storica manifestazione astese, nel 1988.

FANTINO: Dopo il biennio con Simone Mereu, Baldichieri ha scelto di cambiare fantino per il Palio 2018, puntando sul giovane Mattia Chiavassa. Chiavassa proprio con Baldichieri aveva debuttato in Piazza Alfieri nel 2014, scelto tra i fantini di riserva per disputare la finale al posto dell’infortunato Antonio Vilella. Al termine di quel Palio gli fu comminata una squalifica di tre anni che ha poi così impedito al fantino piemontese di disputare altre edizioni del nostro Palio. Chiavassa a settembre farà quindi ritorno ad Asti, indossando gli unici colori finora già indossati in Piazza Alfieri. A lui Baldichieri affida il compito di portare in alto i colori argento-azzurro-oro, con l’obiettivo minimo di centrare l’accesso alla finale, risultato conseguito da Baldichieri in ben sette delle ultime dieci edizioni del Palio. Per Chiavassa, che in stagione ha preso parte al Palio di San Vincenzo ed alla Provaccia del Palio di Legnano, si tratterà della grande occasione di un debutto a tutti gli effetti in uno dei Palii più importanti d’Italia.

CAVALLI: Una prima scelta di grande livello e due possibili alternative di sicuro affidamento. Parliamo di Unico de Aighenta, Rasta di Montalbo e Tout Beau, i cavalli a disposizione di Baldichieri, allenati e montati da Chiavassa anche nelle prove d’addestramento allo stadio. Il primo, cavallo di grandissimo livello, rappresenta la prima scelta di Baldichieri e visto il suo livello non potrebbe che essere così. Vincitore di diverse corse in ippodromo, Unico de Aighenta si è affacciato al mondo dei Palii un anno fa, prendendo parte al Palio di Piancastagnaio. Quest’anno, maturando corsa dopo corsa, Unico ha corso nei Palii di Buti, San Vincenzo e Fucecchio non riuscendo però a raggiungere le finali. Risultati sfortunati che sono andati controcorrente rispetto a quanto visto nelle varie corse in provincia, dove Unico ha raggiunto piazzamenti importanti. Proprio come avvenuto ad Asti nelle prove di luglio, dove Unico ha chiuso la propria batteria al secondo posto. Prove di luglio durante le quali Chiavassa ha testato anche Tout Beau che non ha però particolarmente impressionato.
Decisamente meglio, al contrario, aveva fatto Rasta di Montalbo che nelle prove di giugno aveva chiuso la sua batteria allo stadio al secondo posto, confermando quanto di buono già mostrato in stagione.
Se non ci sono dubbi sul fatto che sarà Unico de Aighenta la prima scelta di Baldichieri, resta da verificare quale sarà il secondo cavallo del Comune argento-azzurro-oro.

LA SETTIMANA DEL PALIO:

- Sabato 25 Agosto: Storica Grigliata di Fine Estate in piazza Romita.

- Da Lunedì 27 a mercoledì 29 Agosto: Cenini di avvicinamento al Palio.

- Giovedì 30 Agosto: Aperitivo e bicchierata prima della segnatura del fantino.

- Venerdì 31 Agosto: Presso il giardino della Casa Comunale, la Cena Propiziatrice.

- Sabato 1 Settembre: Cenino della Vigilia con la pizza per i piccoli sfilanti e le loro famiglie.

- Domenica 2 Settembre: In mattinata sfilata per le vie del Paese fino in Chiesa con la messa  e la benedizione del Cavallo.