domenica 15 aprile 2018

Palio della Costa Etrusca: Atzeni ed Umatilla regalano la vittoria al Comune di San Vincenzo

Foto d'archivio di Francesco Sciutto - www.francescosciutto.com
La suggestiva location della spiaggia di San Vincenzo ha ospitato nel pomeriggio odierno il Palio della Costa Etrusca. Con il mare a fare da sfondo, dopo la disputa delle quattro di batterie di qualificazione ed al termine di una rapida finale, a trionfare è stato Giovanni Atzeni, abbinato al Comune di San Vincenzo. Tittia, che montava la fortissima Umatilla, ha così conquistato la sua prima vittoria nel Palio della Costa Etrusca, facendo sorridere anche il Borgo Don Bosco che, proprio come nel 2017, anche nel prossimo settembre punterà sulla accoppiata oggi vincitrice. In ottica Palio di Asti la corsa di oggi ha regalato sensazioni positive anche a Santa Maria Nuova (Gigi Bruschelli ha chiuso al secondo posto con il cavallo Voulture) ed a San Lazzaro, San Martino San Rocco e Nizza che hanno visto i propri fantini qualificarsi per la finale dopo aver superato le rispettive batterie di qualificazione.

Dalla prima di queste, che vedeva al canapo Bartoletti su Superba da Clodia, Tiziano Raffero su Tuscania, Alessandro Colombati su Pallottola, Francesco Caria su Rodrigo Baio, Alessandro Chiti su Uber Alles, Antonio Mula su Uga, Simone Fenu su Robolt e Salvo Vicino su Vento di Tempio, si qualificavano alla finale Caria e Bartoletti, capaci di regolare sul traguardo il giovane Mula.

La seconda batteria vedeva invece protagonisti Alessandro Congiu su Venere Saura, Giovanni Atzeni su Umatilla, Giosuè Carboni su Tale e Quale, Massimo Columbu su Remorex, Alessio Migheli su Yoghi da Clodia, Cristiano Di Stasio su Rasta di Montalbo, Rocco Betti su Uncino ed Andrea Coghe su Lauretta Mia. A qualificarsi per la finale erano Atzeni e Coghe, con quest'ultimo protagonista di un bel testa a testa con Carboni.

La terza batteria, composta Simone Mereu su Pressing de Mores, Carlo Sanna su Uired, Enrico Bruschelli su Sempre in Piedi, Marco Bitti su Quarzo Blu, Giuseppe Zedde su Resta, Sandro Gessa su Briccona da Clodia, Luca Paddeu su Tagadà ed Alessandro Cersosimo su Trattu de Zamaglia, premiava con l'accesso alla finale Zedde e Cersosimo, bravo ad avere la meglio su Bitti.

L'ultima batteria, infine, proponeva al via Luigi Bruschelli su Volture, Andrea Mari su Quantu Alese, Jacopo Pacini su Tay Tay, Sebastiano Murtas su Uccel di Bosco, Adrian Topalli su Red Riu, Antonio Siri su Sogni, Mattia Chiavassa su Unico de Aighenta ed Andrea Chessa su Tempesta da Clodia. A strappare il pass per la finale erano Topalli e Bruschelli, che andavano così a completare il quadro degli otto finalisti.

Una finale alla quale hanno poi preso parte le otto accoppiate capaci di superare le batterie di qualificazione, con i fantini ed i cavalli così abbinati agli otto Comuni partecipanti:

Caria su Rodrigo Baio - Suvereto 
Bartoletti su Superba da Clodia - Piombino
Atzeni su Umatilla - San Vincenzo 
Coghe su Lauretta Mia - Cecina
Zedde su Resta - Castagneto
Cersomino su Trattu de Zamaglia - Campiglia
Topalli su Red Riu - Bibbona
Bruschelli su Voulture - Rosignano

Disputata la corsa delle amazzoni, conclusasi con la vittoria di Anna Lapinacci, ed al termine della sfilata con la presenza sulla pista di Varenne, grande ospite d'onore di questa giornata, la finale partiva dopo una mossa rapidissima con il Mossiere Bircolotti che sganciava il canapo dando il via ad una corsa che vedeva Atzeni prendere subito la testa per mantenerla fino all'arrivo, precedendo con un buon margine Bruschelli e Coghe.

La vittoria di Atzeni ha così permesso al Comune di San Vincenzo di piazzare la doppietta dopo la vittoria raggiunta ieri nella Quintana.

E proprio in virtù dell'esaltazione data alla figura del cavallo in questi due giorni, la pagina Facebook ufficiale del Palio della Costa Etrusca ha pubblicato pochi minuti fa un messaggio che ci permettiamo di postare in chiusura d'articolo:
"Alla fine di questa bellissima giornata sulla spiaggia di San Vincenzo il nostro pensiero è rivolto all'ennesima esaltazione della figura del cavallo come protagonista principe della giornata e proprio per questo coccolato, protetto e supportato sia dall'equipe fantastica di veterinari sia dalle tantissime persone presenti dietro le staccionate che hanno ancora una volta dimostrato il loro affetto per questa splendida creatura."


(Gli ordini d'arrivo delle corse sono tratti dal sito www.lavocedelpalio.it)